Posts or Comments 18 August 2017

Senza categoria Saretta Meldola | 01 Gen 2009 10:00 am

2008 e 2009 inGASati

2008
Il gruppo degli inGASati non ha una struttura piramidale, perciò nessuno di noi conosce tutto ciò che è stato fatto globalmente dal gruppo nel 2008. Un consuntivo dell’anno che sta finendo può essere tuttavia utile per preparare le iniziative da portare avanti l’anno prossimo. Con questo mio articoletto, dunque, vorrei chiedere ai lettori inGASati di darmi una mano ad identificare le ciambelle che sono riuscite col buco, e pertanto da cuocere ancora, e quelle che sono venute senza, e dunque da rifare solo dopo una modifica della ricetta. Alcuni elementi provo a buttarli giù io.

Cosa e quanto abbiamo comprato
In questa pagina ho indicato il controvalore di ciò che abbiamo acquistato nel 2007 e nel 2008 dai vari fornitori. Non credo di urtare corde sensibili indicando le cifre spese per ciascun acquisto, dato che è stato fatto, ci mancherebbe altro, in regola. Queste tabelle presentano parecchi valori mancanti e sono da prendere pertanto come semplice riferimento. Nel 2008 abbiamo acquistato da più di 21 fornitori diversi arrivando, senza contare la carne di Sadurano, a circa 40000 euro. Non considero Sadurano poiché molti di noi si sono riforniti, sia nel 2007 che nel 2008, direttamente in negozio. I ragazzi della bottega ci dicono comunque che i nostri comprano più di 400 euro a settimana di carne e latticini da loro. Stanno anche pensando di erigere un mezzobusto che raffigura Rosanna, a causa della somma che ha investito per comprare le quaglie per il cenone di natale.

Le consegne dei prodotti
Fino a qualche settimana fa la consegna a domicilio riguardava di fatto la verdura di Mengozzi e il pane, dato che del terzo prodotto fresco, la carne, molti si rifornivano direttamente in bottega. Poco prima dell’estate il sistema di consegne stava per essere messo in crisi dal fatto che la verdura chiesta era così tanta da superare il volume utile dell’auto elettrica, con la quale si effettuavano le consegne il sabato mattina. In realtà nel corso dell’estate il sistema è stato messo in crisi dal problema opposto, cioè la scarsa richiesta di prodotti. Le cause? Forse:

  • La consegna a domicilio costringe chi ha ordinato a rimanere in casa in attesa della consegna. Il sabato mattina, d’estate, le persone vogliono sentirsi libere e dunque non ordinano
  • Trovare verdura da altri contadini oltre a Mengozzi è molto facile durante la bella stagione
  • Alcune scelte organizzative hanno reso il sistema macchinoso

Alcune modifiche nell’organizzazione hanno migliorato, direi di gran lunga, le cose:

  • La suddivisione in sottogruppi ha snellito la gestione delle consegne
  • la registrazione obbligatoria al blog ha diminuito gli errori
  • la consegna a domicilio anche dei prodotti acquistati trimestralmente ha aumentato il numero delle consegne per ciascun giro. Questo ha ridotto i chilometri complessivamente percorsi dagli inGASati, con beneficio per l’ambiente, ha giustificando maggiormente il servizio, ha svincolato in parte il servizio dagli acquisti di verdura. La consegna a domicilio, inoltre, ha sgravato di un po’ di lavoro chi gestisce i garage attorno ai quali sono organizzati i sottogruppi
  • il GASpaccio di Meldola è una iniziativa così ben riuscita da parlare da sola

I vari acquisti
Sui singoli acquisti credo che i vari referenti abbiano il polso della situazione più di me, pertanto dico la mia solo sugli acquisti che ho gestito io.
VESTIARIO: Il vestiario è difficile da acquistare in gruppo, poiché i giudizi estetici personali giocano un ruolo fondamentale. Ecco dunque che una maglia, pur super ecologica e super etica e dal prezzo giusto può non essere comprata, perché brutta. I ragazzi di MADE-IN-NO hanno, da questo punto di vista, hanno limitato i problemi proponendo biancheria intima. Io ho comprato solo i boxer, pertanto solo su quelli posso dire la mia: benché le mie aspettative fossero alte, la loro qualità le ha superate e dunque alla prima occasione li ricomprerò. Le maglie della BOTTEGA DELLA CANAPA sono anch’esse state una piacevole sorpresa, benché alcuni le abbiano trovate care. Vista la vicinanza dei punti vendita a Forlì, probabilmente passeremo dall’acquisto di gruppo a qualcosa di diverso.
CARTA: Con la carta da maggio mi sono fermato perché ho giudicato di avere riempito a sufficienza le cantine degli inGASati di rotoli. Le richieste, tuttavia, si stanno facendo pressanti, perciò presto ne riparleremo.
LAMPADE LED: Le lampade da noi acquistate corrispondono in pieno a quanto atteso. I nuovi acquisti non avranno cadenza fissa, ma saranno effettuati su richiesta.
KIT BICI ELETTRICA: E’ un acquisto che ho fatto a titolo personale, tenendo tuttavia aggiornato il gruppo sugli sviluppi. Dopo circa mille chilometri percorsi direi che la ASVEA si è meritata la mia fiducia.

2009
Il 2009 sarà caratterizzato dai prodotti di Sadurano, che da Aprile non saranno più venduti in negozio, ma distribuiti in modo diverso, che stanno/stiamo ancora inventando. L’elemento ormai deciso è che i ragazzi di Sadurano consegneranno le cose ai garage attorno ai quali fanno perno i vari sottogruppi. A me piacerebbe che da lì, almeno per quel che riguarda CaOssi, partisse la consegna a domicilio, assieme a tutti gli altri prodotti, freschi e trimestrali. Questo aumenterebbe l’importanza dei vantaggi della consegna a domicilio che ho indicato sopra. Qualunque modalità di consegna si scelga, tuttavia, richiede che ciascun sottogruppo si doti di un frigorifero, dove conservare almeno la carne che non è consegnata a domicilio. I meldolesi si sono procurati allo scopo un frigo di millesima mano per una cifra irrisoria. Sebbene consumi molto, infatti, deve rimanere acceso per poche ore la settimana. Va a finire che la loro scelta è quella vincente.
Credo che, per quanto riguarda la distribuzione della carne di Sadurano, a ciascuno di noi piacerebbe avere la ricetta vincente. Al momento il punto fisso, tuttavia, è che le cose non si fanno da sole. Se le vogliamo, dunque, dobbiamo rimboccarci le maniche.

7 commento a “2008 e 2009 inGASati”

  1. il 01 Gen 2009 alle 15:24 1.PaoloR GasRage said …

    come alcuni sapranno non si sa spesso il perch ma mi diverto facendo tante cose al servizio di questo gruppetto, vi confesso che quel che faccio solo una piccolissima parte delle idee che mi vengono in mente che coinvolgerebbero gli inGASati.
    Siamo tanti, tantissimi ora ci sar qualcuno che avr voglia di darsi da fare e magari non sa cosa serve cosa pu fare solo perch si affacciato solo ora, perch allora non partire da questa discussione per proporre idee belle per gli inGASati e proporsi per metterle in pratica con l’aiuto di un “veterana/o”

    I primi propositi per il 2009:

    Un fornitore di frutta…
    Sviluppare i progetto “conserve e verdure in vetro”

    Tre indizi fanno una prova? se la risposta s beh allora certo che all’interno del gruppo GasRage c’ uno spiccato talento nel organizzare eventi ludici di gruppo (cene feste ecc) …. si potrebbe pensare di organizzare qualcosa di varamento inGASato …. una mega cena per iniziare il nuovo anno? aperta a tutti …. esagero come al solito?

  2. il 01 Gen 2009 alle 23:30 2.Romeo G. Meldola said …

    Grande Luca,
    Prima di tutto la mia infinita riconoscenza per quanto dai al gruppo. Sei puntuale, circostanziato, chiaro, cristallino, oserei dire anche bello ma non vorrei che megttessero in giro delle voci 🙂

    Devo dire che abbiamo proprio fatto tanto; adesso giunto il momento per me di strutturarci e vedere se riusciamo a suddividerci meglio eventuali nuovi impegni o anche quelli esistenti. Oramai le suddivisioni dei sotto-gruppi sono fatte e pensp che questi possono prendersi in carico oppure proporsi per degli eventi specifici.
    Il grande Paolo qua sopra mi sembra si sia lanciato con dei porpositi e delle idee di eventi; come meldolesi penso che sarebbe bello indirizzare il nostro impegno epr il gruppo nello studio/approfondimento e magari anche sperimentazione della moneta locale ed a questo proposito mi offro gi come facilitatore e sviluppatore del progetto. Mi piace anche molto l’idea di cercare di stimolare la presentazione dell’operato di ognuno di noi nella Societ per tentare anche di “fare quadrato” di fronte all’ormai ultra-preannunciata “crisi” alle porte; ho gi fatto un articolo al riguardo ma posso anche approfondire meglio l’argomento; fondamentale che ognuno porti il suo valore aggiunto come giustamente anche Paolo qua sopra dice!!!

    Penso che sia utile strutturare meglio la registrazione degli importi delle nostre spese che vedo comunque essere lievitate e per farlo penso sia utile che qualcuno che magari non pu e non riesce ad aiutare per le consegne magari si faccia carico di martoriare i referenti e crei una “prima nota” che poi costituir la nostra contabilit finale.

    Occorre approfondire bene il discorso della limpidezza finanziaria per ogni fornitore per essere certi che non possiamo incorrere in irregolarit (solo formali perch la sostanza la conosciamo bene!!!) magari anche passibili di contravvenzioni e per questo serve, a mio avviso, un impegno extra dei referenti e, magari, di qualche commercialista-ragioniere – tesoriere che possa mettere a disposizione le sue conoscenze.

    Avrei altro ma mi fermo qui … continuando a ringraziare voi tutti per il bellissimo gruppo che abbiamo creato e per l’enorme forza positiva che sprigioniamo e con cui coinvolgiamo sempre, facendogli aprire gli occhi su un importante gesto come la spesa, nuove risorse per il gruppo stesso!!!

    Saluti radiosi e radioso 2009 a tutti!!!

  3. il 02 Gen 2009 alle 10:54 3.luca CaOssi said …

    A proposito del conteggio dei soldi, vi dico che lo smistamento del denaro attraverso i documenti di google lo ha reso del tutto inutile. Poich tutti i referenti, se vogliono i soldi, devono comunicarmi le spese di ciascun utente, quei fogli finiscono per diventare un prospetto riassuntivo con i fiocchi. Ecco perch comunico che non tartasser pi nessun fornitore con le mie richieste di conteggi vari.

  4. il 28 Gen 2009 alle 00:50 4.ClaudiaZ GasRage said …

    Sono andata a ripescare questo fantastico post di Luca per continuare sull’onda del commento di Paolo.
    Per quanto riguarda i miei suggerimenti per il 2009, credo che potrebbe essere interessante capire se si sono create nuove esigenze, magari potrebbero esserci nuovi acquisti da fare… E quindi vorrei proporre un post in cui chi vuole pu proporre prodotti che attualmente non fanno parte del nostro paniere acquisti e magari poi si pu valutare la possibilit di cercare un fornitore e di conseguenza inserire un nuovo acquisto. Che ne dite? Pu essere utile? Lo avete gi fatto? …Io ad esempio avrei un paio di cose da proporre…
    Un’altra cosa utile e carina potrebbe essere la creazione di una sorta di Banca del Tempo Ingasata, uno spazio tipo il cerco-offro, ma al posto di oggetti si mette a disposizione il proprio tempo per fare qualcosa per il gruppo, ad esempio si pu alleggerire il lavoro di qualche referente stracolmo di lavoro… Insomma, sarebbe un modo per riequilibrare un po’ l’impegno che la gestione del GAS comporta, ed in pi permetterebbe a tanti che voglio fare qualcosa di passare all’azione! Che ne dite? Siete d’accordo?

  5. il 28 Gen 2009 alle 12:53 5.ClaudiaZ GasRage said …

    Ciao Romeo!
    Prima cosa, grazie per l’ordine WIP!;-)
    L’articolo che mi segnali l’avevo letto, per lo vedo pi legato alle segnalazioni di prodotti/fornitori che si sono provati e che si vorrebbero proporre. Io invece troverei interessante capire se ci sono nuovi prodotti che potrebbero essere inseriti e che attualmente non rientrano tra i nostri acquisti. Ad esempio, ognuno di noi potrebbe dire: “Secondo me manca questa cosa…” (un po’ come diceva Paolo con il produttore di frutta) poi si raccolgono le segnalazioni e se si raggiunge una certa richiesta si pu pensare di cercare un fornitore.

    Per quanto riguarda la banca del tempo, forse ho complicato un po’ il discorso. Volevo semplicemente proporre un modo per alleggerire il lavoro ad alcune persone. Credo che ci siano tante persone che avrebbero la voglia e il tempo di fare qualcosa per il gruppo, ma magari non sanno cosa c’ da fare, e allo stesso tempo dall’altro lato ci sono persone che fanno una marea di cose e non sanno a chi chiedere una mano.
    Poi, ovviamente, se riuscissimo ad arrivare alla vera banca del tempo, bh, quello sarebbe un gran bel traguardo!!

    Non so, scusate, forse mi sono allargata un po’ troppo!

  6. il 28 Gen 2009 alle 13:15 6.luca CaOssi said …

    Per ClaudiaZ:
    non ti sei allargata troppo, al contrario. Molte delle nostre attuali iniziative che adesso sono talmente rodate da sembrare quasi banali, a suo tempo sono nate per gradi, riprendendole a fasi successive come tu stai facendo ora.

Trackback This Post | Subscribe to the comments through RSS Feed

Lascia un commento

Per inserire commenti clicca qui.