Posts or Comments 23 November 2017

Senza categoria AndreaS Ca'Ossi | 10 Gen 2010 11:39 am

EVA – Ecovillaggio Autocostruito: dove eravamo…

Ciao ragazzi,

come dicevo a qualcuno di voi l’altra sera, non sono riuscita ancora a sentire i referenti dell’Ecovillaggio di Pescomaggiore (AQ).
Pensavo che forse sarebbe meglio se mettiamo insieme una serie di domande/proposte. Vi invito a pensarci e a girarmele, così faccio un collage.
Prima vi consiglio di consultare il loro sito, già ricco di informazioni:

http://eva.pescomaggiore.org

ed eventualmente a visitare le loro pagine su facebook, twitter, flickr, ecc.

Buona domenica,

Letizia

8 commento a “EVA – Ecovillaggio Autocostruito: dove eravamo…”

  1. il 11 Gen 2010 alle 09:06 1.monimon GasRage said …

    Ciao a tutti,
    come sapete io sono favorevole per una partecipazione al progetto dell’ecovillaggio di pescomaggiore ed in particolare ad una partecipazione del gruppo “IngaSati” in quanto tale.( visto la S di solidariet!!!! )

    Per le modalit e i tempi “fate vobis”

    Grazie Leti

  2. il 12 Gen 2010 alle 11:12 2.PaoloR GasRage said …

    Lo ridico per la milionesima volta: ancora abbiamo i soldini avanzati alla cena di Natale 2008.
    Molti si sono detti d’accordo ad usarli per questo progetto.
    Se vogliamo procedere unitariamente li darei a Letizia che mi pare sia il “referente”.
    Ciao!

  3. il 12 Gen 2010 alle 21:58 3.Pietro Meldola said …

    direi che un’ottima idea
    abbracci
    Pietro
    ps: io ho circa 30 euro di eugea

  4. il 13 Gen 2010 alle 17:16 4.Romeo G. Meldola said …

    Inizialmente si era deciso che mensilmente si dovesse accantonare da ciascun gasista 1 euro al mese per questa emergenza e il GASpaccio ha un discreto gruzzoletto a parte che lievita.
    A me personalmente non interessa troppo una donazione una-tantum ma instaurare un rapporto con questi ragazzi per cercare di dare un seguito fino ad arrivare alla risoluzione della loro (ma anche nostra…) emergenza.

    Come domande io avrei quindi:
    Loro disponibilit a dirci esattamente dove vanno a finire i nostri soldi (Questa opera piuttosto che per dar da mangiare a quella famiglia) oppure un bilancio che mostri come vengono spesi i soldi ma un bilancio fatto dai cittadini e non da un commercialista…. magari anche mantenendo aggiornato lo stato di avanzamento.

    Inoltre se una volta ultimate le opere siano previste ospitalit per chi ha “aiutato” il progetto e/o disponibilit a visite dell’ecovillaggio stesso.

    Vorrei sapere esattamente anche quanto ci mette lo “Stato” (che alla fine sono anche soldi nostri…) e come vanno a finire quei soldi…

    Vorreri sapere anche se ci sono “attivit” o artigiani da cui gli inGASati potrebbero rivolgersi come fornitori magari con qualche privilegio (senza arrivare a sconti… basterebbe l’abbuono in SCEC… che magari riattiverebbe in modo pi sano l’economia locale)

    Chiedo scusa in anticipo perch non voglio assolutamente apparire “inquisitore” ma solo avere le idee chiare.
    Magari molte cose sono contenute nel loro sito ma mi piacerebbe una sorta di loro collegamento diretto con noi … sempre per un legame che sarebbe bello creare e coltivare nel tempo facendolo crescere 🙂

    Ora scriver ai miei amici meldolesi di venire a dire la loro proprio nell’ottica di sbloccare i fondi che abbiamo messo da parte 🙂

    Saluti radiosi e grazie

  5. il 13 Gen 2010 alle 17:36 5.Romeo G. Meldola said …

    Leti, mi sono permesso di invitarli a venire a commentare e, magari, rispondere direttamente 🙂

    Non me ne volere!!!

    Saluti radiosi

  6. il 13 Gen 2010 alle 18:23 6.Letizia GasRage said …

    hai fatto bene!

    😉

    let

  7. il 14 Gen 2010 alle 10:37 7.elena Meldola said …

    io sono d’accordo anche con la proposta di paolo.
    una domanda: immagino che non abbiano avuto una concessione edilizia per costruire,mi chiedo che fine facciano poi le case una volta finita l’emergenza. non che le dovranno abbattere. resteranno di chi le ha costruite o saranno destinate a qualche uso sociale o culturale?

  8. il 16 Gen 2010 alle 16:41 8.Andrea M. Meldola said …

    Salve a tutti!
    Mi sono appena “informato” gironzolando per il sito dell’ecovillagio di Pescomaggiore e mi piace la gente che ci prova! Senza aspettar la manna dal cielo promessa (seeeeeee…..) da mafiolo, l’ottavo nano.
    Fatti non pugnette!! 😉
    Voto quindi per aiutare i ragazzi dell’ecovillaggio.
    Tra l’altro si pu fare una specie di “gemellaggio” se si parte da un versamento di almeno 250 Euro!
    Salut

Trackback This Post | Subscribe to the comments through RSS Feed

Lascia un commento

Per inserire commenti clicca qui.