Posts or Comments 20 February 2018

Ordini Romeo G. Meldola | 30 Apr 2012 10:49 am

Dal seme al sacchetto, i nostri cereali e la nostra pasta … nel campo

farroSabato 21 Aprile scorso un manipolo di inGASati e non solo si sono ritrovati da Filippo e così abbiamo avuto modo di confrontarci e scambiare le nostre idee per fare il punto del la semina e di come gestire la prossima campagna di “mietitura-macinatura-pastificazione”.

Non vi sto a dire la “potenza” che sprigionava da tante teste messe assieme e la consapevolezza di voler scrivere una bella pagina autoreplicabile di storia di “produzioni condivise”; potenza ancora più efficace visto che sprigiona soprattutto dal nostro bel gruppo oltre che da tanti altri che si uniscono e condivisdono questo bel progetto (LUGAS – GRAS e RaGas – GAS GAS – inGASati – scusate se dimentichiamo di qualcuno!!!)

Tra i presenti si annoverano: Pietro, Laura, Gemma Lea (che aveva voglia di affilarsi i denti con il nuove cece secco rimasto dalla semina :-), Claudia, Paolo, Monica del GAS GAS, Daniela + Alex + Alice (Zenzero candito … spacciatori di biscotti da competizione!), Fabio Cappelletti e compagna (gli spacciatori di pane del GASrage …), Ugo Foscolo e naturalmente Filippo … ultimo mettiamoci pure anche Romeo 🙂

Le due ore di incontro sono passate veramente in allegria e sono culminate in una visita guidata ai campi seminati che rispetto all’anno precendente sono lievitati e aumentati considerevolmente 🙂

Con la discussione presente vogliamo fare il punto ed anche la virgola di quello che ci si aspetta quest’anno così come vogliamo sottoporre alla vostra opinione e aprirci ai suggerimenti del gruppo che speriamo non mancheranno. Alla raccolta con mietitrebbia si deve cercare di “destinare” il raccolto in modo da poterlo meglio gestire. Le scelte prese in considerazione e studiate da Filippo e Daniela in generale sono queste:

  1. Conficconi Ilario di Predappio (il nostro Mulino solito che ci spaccia già ora la farina), che macinerebbe soltanto la farina;
  2. Righini di Castel San Pietro che è autonomo quindi passa dalla vagliatura del grano/ decorticatura del farro alla macinatura dei cereali stessi con la conservazione del seme stesso per il susseguirsi degli ordini;
  3. Luca Zecchinelli di Giugnola (ridente località  oltre Castel del Rio sopra Imola) idem come Righini (Luca inoltre ha appena costruito un mulino a pietra).

Siccome la pasta de “La Romagnola” ha mostrato qualche criticità in cottura dettata probabilmente dal tipo di macinatura attuata, Daniela si è resa disponibile a richiedere qualche formato di pasta a Righini (Farro integrale e Senatore Cappelli semi-integrale) che dopo essersi macinato i cereali li ha fatti pastificare dalla Romagnola stessa in modo di valutare anche altri formati e la diversa consistenza finale di questa pasta.

La produzione prevista così come la destinazione finale ragionata tra noi è la seguente:

  • 18 q.li di grano duro sen. Cappelli per i quali si tratterrà Filippo ed Ugo Foscolo circa 2 q.li per la risemina successiva, 1 altro q.le all’agronomo che ha fornito il seme ed il resto verrà destinato alla pastificazione. Alla raccolta il chicco deve essere vagliato e ripulito da impurità e, vista la quantità, si ritiene di farlo trasportare a destinazione da chi lo trebbia. Per la macinatura i prezzi raccolti sono di 25€/q.le per il Mulino Conficconi e di 23€/q.le per il Righini di Castel San Pietro, Luca Zecchin. 15-18€/q.le.
  • 5/7 q.li di cece che Filippo, detratto circa 1 q.le per la risemina successiva, ha individuato di portare a Formignano (sopra Borello) per la vagliatura (Filippo si è offerto di trasportarlo direttamente lui previo rimborso benzina) e si pensa di gestire gli ordini tipo quello passato (magari con + ordine … visto che Romeo è riuscito a incasinarlo abbastanza 🙂 aprendolo sempre ai GAS che abbracciano il progetto. Quest’anno è stato seminato un cece più piccolo di quello di anno scorso che Filippo ha trovato nelle Marche e che è costato molto meno.
  • Per la ridotta quantità prevista il “Gentil Rosso” verrà tenuto tutto da seme di riproduzione;
  • 20 q.li previsti di farro per i quali si tratterranno Filippo ed Ugo Foscolo circa 2 q.li per la risemina mentre il resto va decorticato, ne dovrebbero restare circa 13 q.li. Per il farro Daniela e Filippo hanno escluso a priori il decorticatore di anno scorso sia per i costi che per la resa finale e così sarebbero rimasti: Righini che con 40€/q.le decorticherebbe (il 25-30% dei 13 q.li di pula che rimane dalla decorticatura Righini non la utilizza ma noi potremmo rivenderlo a chi realizza cuscini e materassi in pula di farro abbassando così il costo della decort.)  e con altri 23€/q.le macinerebbe (ma lasciandogli la crusca, che venderebbe ad un allevatore, può farci un pò meno…); mentre Luca di Giugnola con 40€/q.le offrirebbe sia decorticatura che macinatura con mulino a pietra, mentre per i chicchi che non verranno trasformati in farina per la decorticatura + pulizia vuole 30€/q.le. Il problema che ne deriva immediatamente è che la macinatura deve essere fatta in diverse “puntate” durante l’anno quindi è indispensabile anche un minimo di magazzino per i chicchi che non tutti sono in grado di offrire e che ha le sue criticità mentre dovremo stimolare i gasisti che lo vogliono anche per zuppe ad ordinarlo nelle giuste quantità una volta per tutto l’anno.

Monica del GAS GAS propone anche un’altra azienda locale che produce farro da tempo (Az. Agr. La Smarrita di S.Martino in Strada) che cercheremo di contattare per capire che tipo di servizio ulteriore offra) quindi abbiamo una maggiore copertura in caso di ordini “copiosi”. Inoltre Monica si congeda prima della visita guidata per suoi impegni ma dichiara la disponibilità del GAS GAS alla collaborazione per questo progetto.

Prossimi passi sono quelli di sentire da tutti i gasisti se conoscono altre possibilità (chi propone deve aiutare anche a raccogliere i dati che servono possibilmente…); valutare la quantità di pasta che gli inGASati consumano in un anno (visto che la pastificazione a secco permette di ottenere pasta con scadenza lunga…) e per questo abbiamo già smollato Silvia.

Le foto che vedete sono del nostro grano Kamut sbrevettato (Korasan) che è talmente segreto da non citarlo sopra e che ci darà il seme per i prossimi anni nonchè del Cece che è appena nato ed è già meraviglioso 🙂

Saluti radiosi

Filippo, Daniela, Paolo, Romeo

13 commento a “Dal seme al sacchetto, i nostri cereali e la nostra pasta … nel campo”

  1. il 01 Mag 2012 alle 10:36 1.cri Gasrage said …

    ciao!!!
    e quand’ che noi poveri mortali manovali possiamo dare una mano per la raccolta / qualsiasi altra cosa???
    cri

  2. il 01 Mag 2012 alle 16:36 2.Irene e Arturo Meldola said …

    mi mancheranno le ore passate a raccogliere il mio cece….complimenti per il programma.
    Irene

  3. il 02 Mag 2012 alle 09:29 3.andrealice Gasrage said …

    leggendo queste non poche righe mi sento come da piccola quando provavo ad immaginare l’universo: entusiasta ed un po’ spaurita allo stesso tempo…
    bellissimo: una filiera non solo corta ma “fai da te”.
    lo sapete,vero, che stiamo facendo la rivoluzione??!!
    evviva l’autarchia ed avviva gli ingasati (e i gas amici) che ce stanno a pprov!

  4. il 03 Mag 2012 alle 16:46 4.Romeo G. Meldola said …

    Silvia mi ha comunicato la quantit di Pasta ordinata a Montebello … da rabbrividire …

    Ciao carissimo
    Ho trovato un ciccolino di tempo e ho contato con i diti…

    2010: abbiamo ordinato 1715 Kg di pasta

    2011: abbiamo ordinato 1982 Kg di pasta

    Saluti radiosi

  5. il 03 Mag 2012 alle 20:46 5.SilviaG CaOssi said …

    Noi abbiamo terminato la scorta di farro di Filippo e siamo gi in astinenza…. quindi per il prossimo raccolto abbiamo tutte le intenzioni di abbondare!

    Grazie ragazzi
    Silvia

  6. il 06 Mag 2012 alle 16:02 6.Andrea M. Meldola said …

    Acci e pure denti!!!
    Per il momento voglio davvero farvi i complimenti, siete stati davvero bravi.
    Relazione superba.
    Grazie davvero.
    Salut

  7. il 06 Mag 2012 alle 18:08 7.cri Gasrage said …

    anche noi abbiamo finito il farro!! e stiamo centellinando i ceci uno ad uno!!!! 🙂
    cri

  8. il 07 Mag 2012 alle 17:31 8.Ruffo e Lara Meldola said …

    Complimenti ragazze e ragazzi, grandiosi veramente!
    …non vedo l’ora di riempire la mia cucina di farro e ceci!
    grazie per l’immenso lavoro che state facendo!
    Lara

  9. il 16 Mag 2012 alle 00:11 9.PaoloR GasRage said …

    2000 kg???? Mi pare un po to tanto

  10. il 16 Mag 2012 alle 13:23 10.filippo Meldola said …

    ciao!!!
    ci stiamo organizzando per il 27 maggio!!!
    per chi non era all’ ultima riunione abbiamo fissato per domenica 27 un incontro-visita a casa nostra con pranzo offerto da noi con i nostri prodotti, visita ai campi e biciclettata all’ oasi di Magliano.Chi volesse venire a pranzo lo comunichi entro luned 21.Sono ben accetti volontari per dare una mano in cucina.Visto che molti sono in astinenza da farro domenica sar possibile acquistarne un po’. Vi aspetto!

  11. il 16 Mag 2012 alle 14:02 11.Romeo G. Meldola said …

    QUesta merita discussione specifica … ci sentiamo in privato per metterla gi al meglio!

    Saluti radiosi

    P.s. Paolo, hai ragione … forse ho sbagliato la virgola … anczi .. senza il forse 🙂

Trackback This Post | Subscribe to the comments through RSS Feed

Lascia un commento

Per inserire commenti clicca qui.