Posts or Comments 25 February 2018

Ordini daviglo Ca'Ossi | 26 Feb 2009 12:56 pm

Facciamoci le scarpe

Ciao a tutti gli ingasati,

ecco finalmente le informazioni per prenotare le “GAScarpe” di Gigi Perinello.
Come abbiamo detto alla riunione, il produttore è un gasista di Padova (anche se le scarpe sono prodotte nella provincia di Mantova) ed è molto disponibile.

Alleghiamo qui un documento che ci ha fornito lui stesso e che descrive perfettamente le fasi della lavorazione delle scarpe e i prodotti usati, inoltre troverete qui delle foto con i diversi colori delle scarpe, ricordate che c’è anche il blu, ma per ora non abbiamo la foto!
Il prezzo è

dal n° 35 al n° 48 euro 36 il paio

dal n° 19 al n° 34 euro 26 il paio

+ spese di spedizione.

Le spedizioni avvengono in scatoloni da 12 paia e ogni spedizione costa 15 euro,
Gigi è disposto a mandarci una spedizione (da 12 paia) in “conto visione” (vuol dire che le vediamo e se ci piacciono le teniamo).
Proponiamo quindi di comunicarci nei commenti chi sarebbe interessato seriamente (con colore e numero), proprio come per gli altri ordini. Poi noi faremo il primo ordine di 12 paia scegliendo tra gli interessati i numeri più vari e porteremo le scarpe alla prossima riunione in modo che anche altri possano provarle e vederle. Il mese prossimo faremo l’ordine completo con le scarpe di tutti.

Infine, qui sotto vi trascriviamo uno stralcio della mail che Perinello ci ha mandato come risposta alle nostre richieste, è significativa sul tipo di prodotto che offre!!
Se avete domande da porre al produttore, fatecele sapere.

un saluto ingasato,
Davide & Gloria

e-mail di Gigi Perinello

La storia da cui è nata questa idea è illuminante anche sugli aspetti di filiera ed etici:
io sono socio in un Gas di Padova e da tempo sono convinto che queste organizzazioni territoriali espressioni delle famiglie sono esempi di democrazia dei base, capaci di ricreare senso critico nei soggetti interessati, di alleare produzione e consumo e sopratutto di ridare vita ad un sentimento mancante nelle nostre quotidiane relazioni: la fiducia. Lavoro da 30 anni nelle calzature ed un giorno parlando con un mio cliente (io vendo suole da scarpe) ho raccolto il suo disagio: mi raccontava delle difficoltà cui era costretto da organizzazioni di commercianti che vedevano solo il prezzo e mai la qualità. Fabio (il titolare del calz. Astorflex) da tempo era stato costretto a delocalizzare e a produrre con materiali di bassa qualità e non ce la faceva più. Gli ho proposto di fare il prezzo della sua scarpa (il polachetto Clarks che avete visto nelle foto) ma con i migliori materiali che poteva reperire nel mercato rendendo salubre l’nterno della scarpa ed usando cuoio di alta qualità per il sottopiede: il risultato fu di 12 euro di differenza naturalmente ricreando anche la filiera produttiva italiana, che nel frattempo era stata smantellata per delocalizzare in Romania. 12 euro avrebbero portato il prezzo della calzatura a 30 euro senza iva e mi sembrava un ottimissimo prezzo per il prodotto concepito in modo nuovo.

Oggi la realtà è che tanti Gas ci stanno cercando, acquistano le scarpe, la fabbrica produce in Italia e in mezzo naturalmente a molte difficoltà organizzative, stiamo ricostruendo una realtà produttiva che ci fa sperare in una vita migliore. Gli operai che in questo momento avrebbero dovuti essere in cassa integrazione stanno lavorando per le scarpe dei Gas, e anche loro stanno immaginando un lavoro un po’ più lento e preciso che produce più qualità. Da oggi in avanti molte cose si possono ancora cambiare adattandole a nuove esigenze qualitative ed etiche, siamo all’inizio di un percorso che si potrà fare attrverso l’alleanza fra la produzione e gli associati ai Gas… ne siamo convinti.

25 commento a “Facciamoci le scarpe”

  1. il 15 Feb 2009 alle 16:01 1.maya_matteo Caossi said …

    noi le vorremmo proprio vedere e ci candidiamo per la spedizione campione.

    Matteo vorrebbe un 43 color Avio.

    Una domanda, se non dovessero andare bene come funziona?
    Vediamo se interessano a qualcun’altro nel gruppo e al limite si rimandano al mittente?

    ciao e grazie

    Maya

  2. il 16 Feb 2009 alle 00:09 2.Sebastiano e Elena GasRage said …

    Ciao noi siamo interessatissimi, anche perch siamo partiti diverse volte alla ricerca delle scarpe tutte italiane, ma ci siamo dovuti arrendere..

    Vorremmo:
    un n.39 color avio e
    un n.45 testa di moro
    …vedete voi se ne serve per ora un solo paio delle due o gi tutti e due da vedere provare e speriamo tenere.

    Grazie e ciao!
    Ele e Sebi

  3. il 16 Feb 2009 alle 14:30 3.gessica&alex Forlimpopoli said …

    Ciao,
    anche noi (almeno io…) siamo interessati.
    Io ne vorrei prendere 2 paia, ma per il momento ne provo uno e se mi vanno bene poi il mese prossimo ordino le successive… intendo come numero perch come modello vanno anche troppo bene…
    Il mio piedino delicato di solito calza un 44.
    E provo il colore Tortora.
    Grazie.
    Saluti.
    Alex.

  4. il 16 Feb 2009 alle 16:31 4.monimon GasRage said …

    io vorrei ordinare per mio figlio francesco di 7 anni un paio color avio n. 34 ( ma poi se non gli vanno ???…..)

    mentre farei provare volentieri a mio figlio grande il 43 avio di matteo o il 44 di alex , se siete daccordo …perche’ non oso ordinarle visto che non so se il mio baldo giovine gradira’ il modello (.. i giovani d’oggi !!!…)

    Si puo’ chiedere ai produttori se hanno per caso in progetto di fare anche una scarpina da cenerentola modello base decolte’ con un po’ di tacco ( per una tappa romagnola un po’ tondetta e “culobasso” come me)???

    ciaociao monimon

  5. il 17 Feb 2009 alle 00:51 5.ariella GasRage said …

    Anche noi vorremmo provare
    stesso dubbio: se non vanno come si fa?

    Scarpa n 42 colore marrone
    scarpa n 38 colore marrone
    per entrambi essendo il famoso mezzo numero dipende dalla calzata della scarpa se un numero pi o meno. abbiamo messo il numero pi

    Sottoscrivo la scarpa modello cenerentola con medesime caratterisriche

  6. il 17 Feb 2009 alle 09:56 6.AntionioR GasRage said …

    Per cortesia vorrei ordinare un paia color testa di moro, numero 42.
    Grazie. antonio rocco

  7. il 17 Feb 2009 alle 12:52 7.Claudia_Matteo CaOssi said …

    ciao,
    io proverei un 42 color tortora
    grazie

    matteo

  8. il 17 Feb 2009 alle 12:59 8.MarinellaD GasRage said …

    Da quello che ho capito queste prime dodici paia “di prova” possiamo rimandarle indietro se non vanno bene. Io proverei volentieri
    un 37 avio
    un 44 1/2 blu (non so come arrotondare nel caso non sia disponibile il mezzo numero)
    grazie
    mari

  9. il 17 Feb 2009 alle 17:58 9.AnnaB CaOssi said …

    Un 44 e mezzo avio per Matteo (sperando che ci sia il mezzo numero)

    anna

  10. il 17 Feb 2009 alle 21:19 10.Romeo G. Meldola said …

    Grandissimi tutti!!!

    Io mi faccio al momento un dolce 46 testa di moro; se vestono aprticolarmente basterebbe anche un 45 ma non vorrei poi che mi facessero male …. il mio dolce numero lo dedico alle tante cenerentole presenti :-)))
    Ottima l’idea di scambiarcele e provarle … facciamo anche che quando ci saranno mi porto le due piccole pesti che vestono il 35-36-37 (i numeri che di solito gli vanno bene che mi pare comunque siano gi stati ordinati….

    Mi pare che come diamo i numeri noi … nessun altro mai 🙂

    Saluti radiosi

  11. il 18 Feb 2009 alle 08:10 11.ChiaraF GasRage said …

    Siamo avanti!!!!

    Io ho il 39 “dipende dalla scarpa”, mentre Halim il 39/40. Le clarks sono stupende!!!Non vedo l’ora!Chiara

  12. il 18 Feb 2009 alle 09:31 12.daviglo CaOssi said …

    A TUTTI.
    ATTENZIONE: Perinello ci ha detto che molti GAS riferiscono che le scarpe calzano un numero in pi (cio chi ha 42 deve ordinare 41). In pi dice che ci vogliono 10 giorni per la consegna, per cui in questi giorni lanceremmo il primo ordine di prova cos da avere le scarpe per la riunione.

    CI SONO NOVIT ANCHE PER LE CENERENTOLE

    Riporto l’e-mail di Perinello

    1) stiamo approntando dei modelli estivi tipo sandali Birkenstock e scarpe uomo sfoderate con suola in cuoio e con tutte pelli conciate al vegetele. Appena pronti invier foto. Naturalmente tutto si svolge nello stesso spirito delle scarpe precedenti.

    2) Di solito dall’ordine passano max 10 gg per la spedizione, se ci sono esigenze particolari tipo quella che mi descrivi cerchiamo di fare prima ma abbiamo bisogno di un aiuto nel velocizzare i tempi: un ordine rapido.

    3) Con i Gas abbiamo un accordo di collaborazione tale per cui le scarpe che non sono adatte come calzata, in virt dello sforzo compiuto per tenere un prezzo basso e una qualit ottima, si impegnano a collocarle magari col passaparola. Naturalmente il pagamento lo farete solo dopo averle provate con calma e aver ricevuto le quote dai soci. Se comunque non riuscite a dare le scarpe a qualcuno le ritiriamo. Vorrei che teneste presente che le scarpe calzano un numero in pi, cio se una persona porta un 42 deve ordinare un 41, se porta un 39 ordini un 38. Purtroppo nonostante tutte le verifiche tecniche degli esperti modellisti, che dicono che la forma corretta, noi stiamo sentendo dai Gas che hanno acquistato le scarpe che calzano un numero in pi.

  13. il 18 Feb 2009 alle 16:20 13.monimon GasRage said …

    fate sapere se riusciamo ad averle x prox riunione e se Romeo conferma presenza delle sue due pesti … io aggiungo il mio piccolo terremoto… 🙂
    ……bisognera’ prevedere una gabbia per i leoni dove rinchiuderli!!! ehh ehh…. 😉
    ciaociao
    monimon

  14. il 19 Feb 2009 alle 11:55 14.Pietro Meldola said …

    numero 45 color tortora

    bellissimo
    Pietro

  15. il 19 Feb 2009 alle 18:22 15.AliceyIvan Meldola said …

    Proviamo anche noi:

    1 paio numero 45 colore testa di moro
    1 paio numero 37 colore tortora
    1 paio numero 27 colore avio

    Grazie!!!

    -Alice-

  16. il 19 Feb 2009 alle 21:03 16.daviglo CaOssi said …

    A tutti,
    ARRIVANO I CAMPIONI

    abbiamo selezionato i primi 12 campioni di scarpe da ordinare a Gigi. Abbiamo contattato gli interessati via e-mail.
    Abbiamo scelto in base a variet di numero e colore in modo che alla riunione potremo vedere (e provare) un buon campionario.

    L’ordine grosso con tutte le richieste lo faremo dopo aver visto e toccato con mano le prime scarpe.

    Salutoni a tutti
    Davide e Gloria

  17. il 20 Feb 2009 alle 09:32 17.AntionioR GasRage said …

    Modifico l’ordine precedente: un paio di scarpe color testa di moro, numero 41 anzich 42.
    Grazie. antonio rocco

  18. il 21 Feb 2009 alle 08:13 18.LuisaCR CaOssi said …

    Ciao, Christof vorrebbe un paio di scarpe testa di moro n. 41. Immagino che questa richiesta vada ora nell’ordine “grosso”!
    Grazie

    Luisa

  19. il 24 Feb 2009 alle 17:12 19.filippo said …

    Ciao,

    qualcuno conosce questo produttore? va bene, fa parte di un GAS di Padova, ma qualcuno ha visitato il suo stabilimento? ha qualche certificazione etica? afferma di essere un produttore etico, ma qualcuno sa se e’ vero? spero che questo non sia il caso, ma molto spesso, purtroppo, le affermazioni degli imprenditori non reggono ai controlli.

  20. il 27 Feb 2009 alle 10:08 20.daviglo CaOssi said …

    Ciao Filippo,
    il produttore , per cos dire, in prova. Nel senso che abbiamo fatto un primo ordine per vedere il prodotto e stiamo pianificando una visita al suo laboratorio di Castel D’Ario per met marzo. In quanto alle certificazioni, dobbiamo ammettere che non sappiamo molto al momento, ma sar certamente una cosa da chiedere.

    Grazie e ciao
    Gloria e Davide

  21. il 27 Feb 2009 alle 15:29 21.filippo said …

    Cari Gloria e davide,

    grazie per la risposta. Una visita al laboratorio sara’ certamente molto utile. Adesso ci sono certificazioni, come Valore Sociale, pensate proprio per garantire ai consumatori la qualita’ etica dell’impresa. Si potrebbe sentire se Perinello e’ disponibile ad un percorso del genere

    filippo

  22. il 06 Mar 2009 alle 14:10 22.Valentina Faenza said …

    fatemi sapere come vanno che le voglio proporre ai miei compari faentini…

  23. il 17 Mar 2009 alle 08:35 23.Valentina Faenza said …

    Al Soviet di ieri sera abbiamo deciso di contattare il Sig. Perinello.
    Potreste girarmi il contatto?
    Grazie mille della collaborazione e a buon rendere!!!!

  24. il 17 Mar 2009 alle 09:17 24.daviglo CaOssi said …

    @ Valentina Faenza
    l’e-mail gigiperinello-chiocciola-tiscali.it, se cerchi su internet trovi anche altri rif. come numero di tel. ecc.

    Buone scarpe

  25. il 04 Apr 2009 alle 22:18 25.Romeo G. Meldola said …

    In attesa che possiate provarle alla prossima riunione (chi non riuscito a rientrare nel primo ordine di prova) ecco cosa scritto sulla scatola di queste meravigliose scarpe:

    Sul coperchio della scatola c’ un bel poema:
    Le scarpe che l’artigiano propone ai gruppi di acquisto sono realizzate con il sistema di lavorazione denominato IDEAL. Tecnica che la famiglia si tramanda da 4 generazioni

    La prima fase di lavorazione volta alla costruzione della tomaia : si cuciono le varie parti di amoscio precedentemente tranciate e vi si accoppia la fodera interna di vitello resa morbida dalla particolare concia eseguita ancora con sistemi antichi.( Le pelli sono lavorate in bottali di legno contenenti miscele d acqua e tannini estratti dalla mimosa o dalla corteccia di castagno). La tomaia viene adagiata sul sottopiede rivoltandola verso l esterno e cucita al bordo dello stesso. Tale cucitura rimarr visibile a scarpa finita quale caratteristica dell IDEAL . Anche il cuoio del sottopiede contribuisce al confort di queste calzature perch conciato come la fodera con tannini vegetali: unica differenza che, per impregnarsi, viene immerso in vasche a diversa concentrazione cambiando vasca ogni giorno per un mese, ed essiccato allaria fino ad ottenerne la giusta rigidit.
    La fase successiva vede lapplicazione della suola e del tacco di para al cuoio. La para gomma naturale che cola dagli alberi della gomma, poi raddensata con acido formico (estratto dalle formiche che lo usano come veleno urticante) per essere trasportata e infine calandrata, cio pressata da rulli che la portano allo spessore utilizzabile. Essendo un prodotto vegetale molto sensibile agli elevati cambiamenti di temperatura, quindi non conviene porre la scarpa vicino a fonti di calore.
    Nella terza fase di lavorazione si pareggiano con frese e carta vetrata tutti i materiali accoppiati che compongono il profilo della scarpa (camoscio-tomaia, cuoio-sottopiede, para- suola).Si danno poi le cere con spazzole per accentuare il colore dei materiali e per un gradevole effetto estetico.

    La filosofia che sottende questo prodotto:

    * non c’ marchio, perch non si collega ad alcun stile da ostentare. E’ un oggetto che ci serve per camminare in modo confortevole
    * lo dobbiamo comperare solo se ci serve
    * deve dimostrare che in una filiera responsabile possibile offrire un bene di valore che gratifichi il produttore e soddisfi i bisogni del consumatore (ottima qualit al giusto prezzo)
    * che si attiva una filiera tutta italiana e locale in cui il senso di responsabilit e di fiducia reciprocaa creare l’etica che la sostiene.

    Saluti radiosi

Subscribe to the comments through RSS Feed

Lascia un commento

Per inserire commenti clicca qui.