Posts or Comments 20 November 2017

Ordini Romeo G. Meldola | 31 Mag 2010 10:51 pm

Gaspaccio Meldolese e pane … avanti tutta!

Salve a tutti, volevo spiegare che, dopo alcune tormentate vicende che nel tempo si sono verificate per far arrivare il pane su fino a Meldola (quando riusciremo mai a sdebitarci con gli amici Cà Ossini per la disponibilità dimostrata in questi anni?) ed appurati alcuni problemi a farci arrivare su il pane di Dovadola; a Meldola abbiamo in corso di sperimentazione avanzata (oramai non è più sola sperimentazione ma vera e propria abbuffata 🙂 il pane dell’azienda agricola i Tirli di S.Sofia che, oltre a partecipare al mercato contadino del sabato mattina a Forlì ed a quello del sabato pomeriggio a Meldola ora, grazie all’amico Massimo Sardone che referenzia, è diventato a tutti gli effetti fornitore del GASpaccio.
Paolo Marianini (titolare dell’azienda) si è subito detto interessato e addirittura dato disponibile a consegnarci direttamente al GASpaccio l’ordine settimanale il sabato e, se vorremo, anche altri giorni della settimana.

Paolo, usa farina al 35% macinata a pietra (per ottimizzare il sapore ha fatto la scelta di non usare unicamente farina macinata a pietra) proveniente da grano che coltiva direttamente nei suoi campi (certificato bio) e che stocca in silos di un mugnaio in provincia di Perugia (più vicino a S.Sofia rispetto al Mulino Conficconi che pur conosce) e poi panifica con pasta acida e forno a legna con queste scelte:

  • Pane da 1/2 kg (al mercato venduto a 2€)
  • Pane da 850 gr circa (al mercato venduto a 3,5 €)
  • Sciacciatina in pezzi da 3,2 etti circa (al mercato venduta a 2€/pezzo)

La scelta è improntata all’essenzialità e alla semplicità e penso sia, oltre che un limite per alcuni, anche un punto di forza per altri; per noi inGASati il prezzo è naturalmente di favore e cala sensibilmente!
Nella sua presentazione troverete che il pane non è riportato come certificato bio perché in attesa del rilascio, a giorni, della certificazione per il forno (grano, mugnaio già certificati, ora manca solo il suo laboratorio …).

Gli piacerebbe anche che lo andassimo a trovare … e potrebbe essere una bella gitarella nel prossimo medio periodo 🙂

Ho voluto pubblicare questa presentazione sia per trasparenza nei confronti degli ingasati tutti sia perchè magari nei prossimi ordini di pane si possa mettere un richiamo per i meldolesi, che chiaramente saranno esclusi da Casamenti e Dovadola (se non previo accordi diretti per il ritiro), a questa discussione.

Si pensava di dare una connotazione semplificata anche per l’ordine per non appesantire il lavoro del referente dando come norma il silenzio assenso: io, ad esempio, ordino un pezzo da 850 gr ed un pezzo di schiacciatina, se non dico nulla questo ordine è confermato ogni settimana nella stessa quantità.

Siamo avanti ragazzi, solo 6 mesi fa nemmeno sognavo un’opportunità del genere ed ora eccoci qua con praticamente tre fornitori di pane inGASato 🙂

Ora a voi … dite la Vostra … vorrei sentire pareri, opinioni e idee migliorative!!!

Grazie a tutti

Saluti radiosi

5 commento a “Gaspaccio Meldolese e pane … avanti tutta!”

  1. il 01 Giu 2010 alle 09:22 1.gessica&alex Meldola said …

    Ciao a tutti,
    e grazie a Romeo e a Massimo….

    Io e Gessica siamo sempre stati fans sfegatati del pane (e dei biscotti!!!)di Casamenti… ma effettivamente il farlo arrivare a meldola era diventato un po’ un terno al lotto.

    Posso dire di aver assaggiato pane e schiacciata del nostro nuovo fornitore, e non posso che elogiarne la qualit (la schiacciata fenomenale!!!).

    Infine non sono molto convinto della formula silenzio assenso:
    non essendo noi costanti consumatori di pane rischiamo di accumularlo nel freezer;
    ovviamente mi adeguo anche perch il referente che decide e ne ha pieno diritto visto l’impegno che ci mette (e per il quale va solo che ringraziato!).
    Cercheremo di calibrarci di modo da non incombere in pericolosi accumuli di pane .. (per la schiacciata non c’ pericolo!!!!:-)))

    Saluti.
    Alex.

  2. il 01 Giu 2010 alle 22:40 2.Pietro Meldola said …

    un pane da mezzo kilo
    schiacciatina
    abbracci
    Pietro

    w il pane ed i 4 elementi

  3. il 01 Giu 2010 alle 23:16 3.massimos meldola said …

    Innanzitutto grazie a tutti per i complimenti, siete troppo buoni e non credo di meritarmeli tutti.
    Nonostante non sia per niente salato (e da buon pugliese sono abituato ad altri tipi di pane) il pane dei Tirli mi piace. Mia moglie Katja, conoscendo i miei gusti, non si spiega come faccia a piacermi e crede che la ragione sia perch lo acquisto dal GAS….(queste donne ne sanno una pi del diavolo).
    Per Pietro, ma anche per gli altri meldolesi,
    vi sarei grato se l’ordine lo mandaste al mio indirizzo di posta elettronica msardoni@virgilio.it
    Grazie ancora

  4. il 02 Giu 2010 alle 13:29 4.robertosilvia meldola said …

    Innanzitutto un sentito ringraziamento a Massimo per la sua disponibilit nel fare il referente del pane Tirli.
    Per quanto ci riguarda sia il pane che la schiacciata sono ottimi e ne andiamo ghiotti.
    Per il discorso sul silenzio assenso siamo d’accordo cos il buon Massimo lavora meno!!
    Ciao a tutti

  5. il 12 Giu 2010 alle 23:03 5.Romeo G. Meldola said …

    Riporto quanto ha comunicato recentemente Massimo:

    Notizia dellultima ora che ci interessa: il titolare dei I tirli, mi ha chiamato oggi per informarci che il suo pane ha avuto la certificazione biologica.
    Sono molto contento per lui, ma soprattutto per noi che mangiamo un pane buono e sano.
    Un saluto a tutti gli ingasati.

    Saluti radiosi

Trackback This Post | Subscribe to the comments through RSS Feed

Lascia un commento

Per inserire commenti clicca qui.