Posts or Comments 19 August 2017

Riflessioni &Utilità Romeo G. Meldola | 17 Apr 2017 10:00 pm

Il diavolo fa le pentole e … anche i coperchi.

Ci avevamo già provato con le pentole in pietra ollare  ma vale la pena riprovarci e stavolta Irene ci si è messa in prima persona … ecco sotto il suo appello.

Cari amici ingasati, vorrei proporvi una novità.
Leggendo la rivista Terra Nuova ha attirato il mio interesse un sondaggio sui materiali delle pentole da cucina.
In questo articolo ne sono venute fuori alla grande queste pentole agli ioni d’argento, che sembra diano la garanzia di buona antiaderenza in cottura, senza rilascio di residui metallici. Alla fine dell’articolo (naturalmente 🙂 ) era pubblicizzata la ditta GHA, che per curiosità ho contattato e loro molto gentilmente mi hanno inviato una proposta di acquisto per il ns gruppo di acquisto.
Volevo aprire un sondaggio per capire sé può interessare l’articolo e se qualche “cacaspilli” ne sa qualcosa in più.
Inoltre quando mi hanno inviato la documentazione mi sono accorta che pubblicizzano anche una macchina ionizzatrice per produrre l’acqua alcalina e anche questo potrebbe interessarci.
Avanti leggete, commentate e poi ne parleremo anche in plenaria.
Irene

Ecco le informazioni inviateci:

Gentili Signori dell’Associazione Ingasati Forlì,
in seguito alla vostra gradita richiesta, siamo lieti di inviarvi in allegato la ns. proposta relativa all’acquisto dei nostri prodotti in metalceramica agli ioni d’argento G.H.A.
Le tecnologiche “Pentole della SALUTE” – Made in Italy – sono prodotte a Bologna dalla ns. azienda G.H.A. Europe Srl mediante l’innovativo trattamento brevettato “G.H.A.” (Brev. N. EP1207220) che trasforma la superficie dell’alluminio alimentare in metal-ceramica mediante l’applicazione di ioni d’ARGENTO, per una cucina sana senza batteri e senza cessioni cancerogene, per NON inquinare il cibo in pentola.

L’obiettivo principale della nostra azienda è quello di creare prodotti molto sicuri che proteggono l’alluminio di base da ogni rilascio dannoso per dare la massima sicurezza alimentare, per evitare allergie, intossicazioni o patologie dovute all’accumulo di metalli nell’organismo. Con i prodotti agli ioni d’argento “G.H.A.” gli utilizzatori sono esenti da questi problemi ed anche eventuali graffi superficiali non comportano alcun rischio.

Le Pentole della SALUTE e tutti gli altri prodotti che completano la gamma (caffettiere, coperchi, teglie, tortiere, contenitori, pale per pizzaioli, ecc – vedi catalogo completo allegato) godono delle elevate performance dell’alluminio e degli straordinari benefici dell’argento, ovvero:

– Elevata capacità antibatterica, grazie agli IONI d’ARGENTO Ag+
– Resistenza alla corrosione e all’abrasione
– Inasportabilità ed assenza assoluta di cessioni tossiche
– Temperatura di cottura uniforme
– Elevatissima conducibilità termica
– Riduzione dei tempi di cottura e risparmio energetico
– Antiallergiche – NICHEL FREE
– Prodotte con processo ad impatto “zero” sull’ambiente
– Riciclabili al 100%

Le Pentole della SALUTE sono suddivise in due linee: la Linea Classica, elegante, robusta, rifinita con bordo sagomato e doppio fondo, ideale per la casa e come articolo da regalo; e la Linea Professionale, sobria, leggera, essenziale, nata per gli chef, ed anche molto apprezzata nell’uso domestico per la sua praticità. Entrambe le linee hanno le medesime caratteristiche tecniche e le stesse elevate qualità perchè trattate in egual modo con il trattamento GHA.

La “mokArgento Squisita”, a differenza delle altre caffettiere tradizionali, grazie al trattamento antibatterio agli ioni d’ARGENTO, non ha cessioni cancerogene, non si corrode, non ha deposito calcareo, non vi proliferano muffe batteriche. Quindi il caffè non è inquinato e sin dal primo assaggio si percepisce al palato il solo sapore della miscela che si sta gustando, priva di sapori metallici ed altri agenti disturbanti.

In allegato vi inviamo:
– la ns. proposta commerciale n. 114/2017
– il catalogo generale completo 2016
– il listino completo con tutti i prezzi
– la certificazione di idoneità per il contatto alimentare
– la relazione della conferenza sull’inquinamento del cibo che il ns. titolare Prof. Franco Cicerchia ha tenuto all’evento Biosalus 2016
Ulteriori informazioni sono disponibili sul ns. sito internet www.lepentoledellasalute.it.

Restiamo in attesa di un vostro gradito riscontro in merito.

Grati per la vostra attenzione, restiamo a disposizione per ulteriori informazioni ed approfondimenti e porgiamo cordiali saluti.

Marianna Magli

Saluti radiosi

9 commento a “Il diavolo fa le pentole e … anche i coperchi.”

  1. il 18 Apr 2017 alle 18:53 1.Acquacheta Gasrage said …

    ciao, eccomi, ti rispondo al volo: io ho una padella della Salute da 1 anno e mezzo circa. L’ho presa perchè soprattutto per le fritture non posso vedere le orride padelle rivestite al teflon che poi si scrosta, si disperde, sicuramente qualcosa si mangia anche. Padelle evidentemente poco salubri, per non dire di peggio. Al punto di farmi rinunciare senza problemi al fritto.

    Questa certo non ha certamente la potenza vibrante di un materiale totalmente naturale come la pietra ollare, che però poi ha per contro un elevato costo unito ad una estrema delicatezza, spesso inconciliabile con un modo di cucinare in cui non si ha tutta la giornata a disposizione.

    Questo è un prodotto industrial-tecnologico, ma mi pare valido. L’ho trovata in un negozio di fiducia, che tratta un po’ di tutto (anche Hydrofilter), ma scegliendo con estrema cura oggetti naturali e mi son fidato senza fare troppe ricerche.

    Personalmente friggo poco, anzi quasi mai, ma chi la usa in casa mia mi riferisce ( e l’ho notato anche io) che la performance in termini di anti-aderenza, anche dopo tanti utilizzi, rimane comunque un po’ inferiore rispetto ai prodotti classici al teflon. Però con un po’ di accortezza ci si frigge..anzi io in casa ho bandito il teflon, a costo di friggere un po’ meno bene. Poi effettivamente non ho notato alcun segno di usura, graffio, scalfittura nel tempo, nemmeno lavandola con la paglietta e sottoponendola a qualche indelicatezza.

    Solo rimane un po’ come macchiata sembrerebbe di calcare e non va via neanche appena lavata (non ricordo se avevo provato con l’acido citrico, potrei ritentare), ma comunque è un fatto puramente estetico.

    Nel complesso sono piuttosto contento del prodotto.

    Devo aggiungere (e spero non me ne vorrà l’azienda: anzi vorrei fosse uno stimolo) a onor di completezza, che sono rimasto colpito dal fatto invece che il Naturasì qua a Bologna, in particolare la Bio-Gelateria (diventata poi bio-gastronomia), inizialmente trattasse le moka, ma poi le avesse ritirate.
    Da indagini più approfondite ho scoperto che c’era un elemento debole per cui le moka frequentemente si rompevano e l’azienda G.H.G. non rimediava in modo soddisfacente. Quindi, dopo aver collezionato diversi clienti delusi, il Natura sì la ritirò dal commercio. Questo in soldoni quanto riferitomi dai gestori.

    Ciò detto per me si può provare ad aprire un ordine.
    E magari, se ce la garantiscono per bene ( e hanno rimediato al problema progettuale), potrei valutare la moka e/o qualche altro pezzo, anche se, a quanto valutai in modo forse sommario all’epoca, il plus lo si ha se si ricerca anche l’anti-aderenza. Altrimenti l’acciaio va benone.

    Saluti puri!

  2. il 19 Apr 2017 alle 19:08 2.Cri Gasrage said …

    I O N O N V I S T O P I U’ D I E T R O !!!
    🙂
    mi devo rimettere a studiare, scusate

  3. il 20 Apr 2017 alle 17:35 3.AndreaM Meldola said …

    Ma queste meraviglie della scienza si possono lavare in lavastoviglie???
    Ciao

  4. il 21 Apr 2017 alle 17:26 4.Irene Meldola said …

    Ho girato i vostri dubbi e le vs domande alla ditta.
    Domande
    Buona sera
    vorrei farle 3 domande di chiarimento emerse da una discussione di gruppo:
    – le pentole e i coperchi possono essere lavati in lavastoviglie ?
    – hanno una buona anti-aderenza e la mantengono nel tempo ?
    – un amico del gruppo, che ha comprato il Vs prodotto 1 anno fa, ha riscontrato che la pentola si è macchiata. A che cosa è dovuto e peggiora il prodotto ?
    – qualcuno ricordava di un qualche problema ad un pezzo della moka che si rompeva facilmente….possibile ?
    Grazie della disponibilità.

  5. il 21 Apr 2017 alle 17:32 5.Irene Meldola said …

    Gent.ma Sig.ra Irene,

    la ringrazio per la sua nuova email e con piacere rispondo di seguito alle domande:

    – La soda ed altri componenti chimici fortemente alcalini o acidi (con pH > 10 e < 3) contenuti nei detersivi per lavastoviglie, con le condizioni che si creano all'interno della macchina (alte temperature per tempo prolungato) sono altamente corrosivi per il nostro trattamento. Pertanto i nostri prodotti possono essere lavati in lavastoviglie unicamente con il detersivo liquido ecologico concentrato "Tea Natura" da 1 lt in quanto dai nostri test è risultato essere per ora l'unico ad avere una composizione chimica che non aggredisce il nostro trattamento "G.H.A."

    – Le Pentole della SALUTE sono prive della comune pellicola/vernice antiaderente. L'antiaderenza delle nostre pentole è molto più elevata rispetto alle pentole di acciaio inox e di alluminio nudo ed è seconda solo alle comuni pentole con pellicola/vernice antiaderente. Le Pentole della SALUTE sono nate per garantire altri requisiti all'utente e, rispetto alle pentole con pellicola antiaderente, hanno ben altre e ben più importanti proprietà, studiate per la salvaguardia della salute dell'organismo umano (proprietà già descritte nella precedente comunicazione).
    La naturale condizione di antiaderenza di cui godono Le Pentole della SALUTE è discreta inizialmente, ma migliora con l'uso nel tempo, perchè l'argento è un autolubrificante naturale, pertanto più la padella lavora (sempre seguendo le istruzioni), più migliora la scivolosità della superficie e si compatta il materiale della stessa grazie al calore.
    Al contrario, le pentole con pellicola/vernice antiaderente hanno un'ottima antiaderenza iniziale, ma questa va scemando nel tempo con l'uso e il surriscaldamento, quindi si deve poi far fronte ad un nuovo acquisto.
    Inoltre, aspetto ancora più importante da tenere in considerazione, la pellicola/vernice delle comuni pentole antiaderenti sprigiona sostanze nocive con il calore durante la cottura. Queste non solo vanno a contatto col cibo, lo intaccano e ingerendole l'organismo viene contaminato irrimediabilmente (vedi ricerche ANT sui tumori), ma altresì queste sostanze si vaporizzano nell'aria e vengono respirate.
    E' bene essere a conoscenza della pericolosità delle particelle che si possono staccare dalle superfici di quelle pentole mescolandosi al cibo, ma ancora di più lo sono quelle sostanze che, sciogliendosi a piccole dosi nel cibo, vengono facilmente assimilate dal nostro corpo e finiscono nel nostro sangue e possono essere tossiche, allergizzanti se non addirittura cancerogene.
    E' nostro dovere, in qualità di esperti nel settore dei materiali, informare i consumatori affinchè possano effettuare le proprie scelte in maniera consapevole.
    Se si seguono le istruzioni per l'uso, nel tempo si noterà un naturale miglioramento della scivolosità della superficie de Le Pentole della SALUTE, già apprezzate da migliaia di utenti.

  6. il 21 Apr 2017 alle 17:33 6.Irene Meldola said …

    – Per rispondere a questa domanda dovremmo prima verificare la pentola del suo amico e sapere cosa ci ha cucinato, in che modo, come è stata lavata, ecc (le informazioni che riceviamo ci aiutano, insieme al controllo in laboratorio al microscopio, a risalire all’accaduto e a risolvere il problema).
    A volte le macchie scure possono essere causate da residui di cibo, che si è attaccato alla pentola se si è tenuta la fiamma alta durante la cottura, e non sono stati poi rimossi correttamente durante la pulizia (N.B. con le nostre pentole si possono utilizzare tranquillamente le pagliette abrasive, anche quelle metalliche).
    In altri casi, macchie biancastre, sono dovute al lavaggio in lavastoviglie con altro detersivo diverso da quello indicato da noi nelle istruzioni per l’utilizzo.
    Ci faccia spedire la pentola del suo amico per ns. controllo.

    – Per quanto riguarda la moka, forse fa riferimento al manico della moka da 2 tazzine di cui, un determinato lotto di produzione, aveva avuto in passato un problema di saldatura ma che è stato sistemato ormai già da tempo quindi confermiamo che le nuove forniture sono perfette.

    Con la speranza di esserle stata utile, porgo cordiali saluti.

    Marianna Magli

    E queste sono le risposte.
    Ciao

  7. il 26 Apr 2017 alle 12:40 7.Acquacheta Gasrage said …

    Grazie!
    La padella ha macchie minimali, aloni: non è mai stata in lavastoviglie e ha visto solo detersivi naturali e bio, anche più leggeri di TEA.. ora vediamo, magari gliela allungo io a mano. Lavoro vicino alla loro sede.
    ciao,
    Stefano

  8. il 27 Apr 2017 alle 10:13 8.Pietro Meldola said …

    Ciao a tutti
    Noi potremmo essere interessati ad alcuni acquisti.
    Grazie mille
    Laura e Pietro

  9. il 03 Mag 2017 alle 12:10 9.Luca Bertinoro Meldola said …

    Anche noi siamo interessati.
    stavamo valutando quelle di ODESSA vendute da Macro…

Subscribe to the comments through RSS Feed

Lascia un commento

Per inserire commenti clicca qui.