Posts or Comments 27 June 2017

Comunicazioni di servizio &Eventi &Incontri andrealice Gasrage | 03 Lug 2016 07:02 pm

LIBERTA’ è PARTECIPAZIONE…

Ovvero…vediamo un po’ se ci va di partecipare ad un paio di cosette.

  1. PROGETTO FIESTA – SPORTELLO ENERGIA

Lunedì 27/06 Davide (Daviglo Caossi), Claudio & Chiara ed io (ClaudioS e andrealice Gasrage) abbiamo incontrato, insieme ad Ascanio di wikigaia, Fabrizio Chinaglia dello Sportello Energia del Comune di Forlì, coordinatore ed animatore del progetto Fiesta per Forlì. Il progetto Fiesta è un progetto Europeo che mira alla sensibilizzazione ed educazione della cittadinanza relativamente al risparmio ed all’efficientamento energetico. In tal senso sono previsti degli audit gratuiti in cui un operatore visita la casa delle persone interessate, verifica la situazione energetica, dà tutta una serie di indicazioni e consigli e poi “restituisce” una relazione ambientale sulla casa visitata e verifica con le persone coinvolte, sopo un po’ di tempo, se c’è stato un effettivo risparmio ed efficientamento applicando i consigli ricevuti o altre strategie. Chiaramente quante più persone faranno gli audit tanto meglio sarà sia per l’andamento del progetto che per la presa di consapevolezza da parte dei nostri concittadini. Dal momento che, solitamente , chi fa parte di un GAS  è già sensibile a certe tematiche è parso logico a Chinaglia proporsi anche ai membri del gas sia nel caso essi stessi vogliano fare l’audit (e già Davide, Claudia di caossi e claudio e chiara di gasrage l’avevano fatto…infatti) sia, soprattutto, per capire se c’è disponibilità da parte nostra a diffondere l’informazione di questa possibilità.

Inoltre, nell’ambito del progetto, uno degli obiettivi possibili è anche quello della realizzazione di un Gruppo di Acquisto di beni relativi appunto alla tematica del progetto. Ogni sportello può declinare come meglio crede questo obiettivo (in spagna si è tentato con l’acquisto di lavatrici e asciugatrici ma è stato un flop, mentre un’altra provincia italiana ha deciso di aderire semplicemente ad adiconsum) e Fabrizio, dal momento che riconosce che nel nostro territorio la realtà del GAS sia viva ed attiva, ha pensato che avesse senso a provare ad attuare anche questo obiettivo coinvolgendo, appunto, i GAS. Parlando e cercando di essere realistici, abbiamo convenuto che la cosa più fattibili sia l’acquisto di commodieties come ad esempio lampade a LED ( e noi ingasati qui siamo in vantaggio perchè già abbiamo avuto esperienza di un ordine) e valvole termostatiche.

QUINDI va capito se ci interessa 1) aiutare lo sportello energia a far sapere che ci sono gli audit; 2) provare a realizzare il gruppo di acquisto insieme.

Comunque, per chiarire tutto meglio, potete leggere un verbale dettagliato redatto dallo stesso Fabrizio ( proprio qui: Verbale incontro LNT gasfiesta 6.2016).

2. BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI CONTRIBUTI PER AZIONI DI SOSTEGNO ALLA TUTELA AMBIENTALE

L’Assessorato all’ambiente del Comune di Forlì, x sviluppare progetti relativi alla sostenibilità ed educazione ambientale, ha emanato un bando per finanziare azioni specifiche, rivolte a vari soggetti, attraverso contributi assegnati con erosione progressiva dello stanziamento.

Il bando intende finanziare progetti relativi a queste tematiche:

educazione all’uso sostenibile delle risorse ambientali; tutela promozione e valorizzazione della biodiversità; educazione alla cittadinanza attiva e alla cura dei beni comuni.

Possono presentare domanda per l’accesso al finanziamento anche associazioni culturali iscritte al registro comunale delle libere forme associative, gruppi di volontariato, privati cittadini.

QUI il link alla pagina del comune dove si trovano anche trsto del bando ed allegati.

QUINDI: CI INTERESSA provare a proporre un progetto nelle scuole, magari quelle superiori come qualcuno ha suggerito?

Ora che avete letto non vi resta che COMMENTARE manifestando il vostro interesse o al contrario il vostro dissenso o i vostri dubbi, perplessità, proposte e disponibilità

ciao ciao, (andre)alice

8 commento a “LIBERTA’ è PARTECIPAZIONE…”

  1. il 04 Lug 2016 alle 08:21 1.ClaudiaMatteo Ca'Ossi said …

    1) Ho provato l’Audit, come scritto, e suggerisco a tutti di farlo. Per quanto riguarda luci led, a noi servirebbe un ordine nuovo, quindi ci interessa.

    2) Io per queste cose ci sono sempre, lo sapete 😀 , però va capito bene quanta VOGLIA/DISPONIBILITA’ ci sia da parte di tutto il gruppo: serve un gruppo di lavoro disponibile a preparare la bozza x partecipare al bando, e soprattutto per preparare idee e materiali del progetto che si vuole proporre (e per questo non serve tanto il tempo, quanto la voglia, basta preparare un googledrive condiviso e ci si può lavorare su ognuno nel proprio tempo libero, poi magari ci troviamo al Piada52 per parlarne insieme con annesso apericena 🙂
    Inoltre, servono le persone disponibili ad andare fisicamente nelle scuole (quindi al mattino).
    Per ultimo, da parte di tutti, se si decide di partecipare, serve (a mio avviso) il sostegno morale. Ovvero, chi non ha modo di partecipare attivamente per mille motivi, almeno faccia sentire la carica agli altri che questo è un passo importante e ben vengano le idee (e la tifoseria 🙂 ) di tutti……

  2. il 06 Lug 2016 alle 09:12 2.Romeo G. Meldola said …

    holà ragazze!
    Sempre un piacere aprire gli orizzonti a nuove sfidanti possibilità!
    1) Io ho già fatto fare una analisi analoga sempre su un progetto europeo che probabilmente era un fratellino minore di questo nuovo. Sinceramente devo dire che non si aggiunto cranchè rispetto a quanto sapevo già, personalmente non sarei troppo interessato quindi a dedicare un’altra oretta e mezzo alla cosa (i tempi dell’altra mia indagine già fatta più altri 20 minuti per analizzare i risultati dell’analisi dopo qualche settimana).
    2) Sinceramente penso che sulle materne, elementari e Medie i bambini/ragazzi siano molto ricettivi ma probabilmente se non ci sono anche i genitori resti poco di più di 2-3 bei concetti che si portano a casa e che, i più loquaci, esprimerebbeo ai genitori che poi ne fanno quello che vogliono; sulle superiori avicinandosi alla maggiore età magari si può anche pensare e sperare che possano essere toccati e agire in prima persona. Io pensavo a qualcosa del tipo la filiera delle verdure, dalla raccolta nei nostri campi al loro tavolo, oppure sulla salvaguardia dei terreni fertili offerta dall’agricoltura biologica con un parallelolo dulle colture OGM così da introdurre anche il discorso del GAS a questi virgulti in rapida crescita …
    Io per questo secondo progetto posso esserci, non ho troppo tempo disponibile ma lavorandoci un pò da casa, con un paio di incontri de visu potremmo anche provare a fare qualche classe per vedere che ne viene. In classe per me occorre essere almeno in due … questi sono ragazzi cresciuti e meritano alcune attenzioni in più e oltretutto per non sfiancarsi … almeno un altro paio ad organizzare un pò il programma e saremmo a posto. Secondo me non servono nemmeno grossi finanziamenti a meno che non si voglia magari portare degli assaggi e fargli fare un pò di merenda … per fissare meglio i “concetti” 🙂
    Dai che ce la facciamo … siamo gruppo e siamo tanti e non possiamo sempre e solo fare la spesa … altrimenti ci dimentichiamo del perchè siamo GAS 🙂

    Saluti radiosi e grazie ancora ad Alice e Claudia e a tutti gli altri che in lista avevano contribuito!

  3. il 06 Lug 2016 alle 15:14 3.Irene e Arturo Meldola said …

    ciao a tutti
    il vostro spirito è sempre ottimo e pieno di volontà ed energia :), ma ricordiamo prima allo “Sportello Energia del Comune di Forlì” che i forlivesi non hanno una sede….perchè quelli del GAS sono “sensibili” e loro un po’ meno.
    Irene

  4. il 06 Lug 2016 alle 16:04 4.andrealice Gasrage said …

    Cara Irene glielo abbiamo detto eccome! Poveretto lui è solo un ragazzo col contratto a progetto ma immaginava ed aveva anche già provato a sondare il terreno con la funzionaria cui è collegato.
    Vedremo, ci ha detto di andare in salita come i salmoni…e noi saliamo!

  5. il 06 Lug 2016 alle 20:32 5.Irene e Arturo Meldola said …

    Grazie di esistere ragazzi… 🙂

  6. il 07 Lug 2016 alle 11:45 6.AndreaM Meldola said …

    Ciao, ho una domanda per voi.

    Gli audit gratuiti del progetto FIESTA sono possibili anche per un immobile di Meldola?

    Credo che aiutare lo sportello energia nel diffondere il servizio audit gratuito sia fattibile.

    Creazione di gruppo d’acquisto energia elettrica completamente rinnovabile mi piacerebbe.

    Andrea

  7. il 08 Lug 2016 alle 21:28 7.PaoloR Meldola said …

    Noi non avremmo tempo di seguire nulla, perciò lasciamo decidere a chi potrebbe farlo.

    Ciao
    Claudia

  8. il 11 Lug 2016 alle 20:52 8.andrealice Gasrage said …

    @ Andrea: secondo me sì, ma verifico con Fabrizio e ti dico.
    ciao

Subscribe to the comments through RSS Feed

Lascia un commento

Per inserire commenti clicca qui.