Posts or Comments 16 August 2017

Senza categoria Saretta Meldola | 09 Gen 2008 08:47 am

Quanto sono verdi i biocarburanti?

Sul blog di Mondoelettrico è stato pubblicato il riassunto di un articolo uscito su Science circa l’inquinamento complessivo causato dai biocarburanti.

L’articolo è
“How Green Are Biofuels?” di Jörn P. W. Scharlemann and William F. Laurance (Science 4 January 2008- Vol. 319. no. 5859, pp. 43 – 44 – DOI: 10.1126/science.1153103)

E qusto è il riassunto:
I biocarburanti risultano essere si meno inquinanti della benzina quando vengono bruciati, ma risultano essere cinque volte più inquinanti se considerando tutti gli aspetti che portano alla loro produzione. Quindi i loro effetti globali sull’ambiente risultano essere particolarmente pesanti. Dei 26 principali biocarburanti prodotti nel mondo 21 permettono un risparmio di CO2 quando vengono bruciati superiore al 30% rispetto alla benzina ma quasi la metà (12 su 26) però ha costi per l’ambiente molto maggiori rispetto ai carburanti tradizionali e tra questi figurano quelli economicamente più importanti, come l’etanolo dal grano statunitense, quello da canna da zucchero, il diesel di soia e quello da olio di palma prodotto nel sud-est asiatico.
Nel dettaglio i biocarburanti meno verdi risultano essere il diesel ottenuto dalla soia in Brasile e l’etanolo statunitense, che fanno risparmiare pochissimo in termini di CO2 ma producono quasi il triplo dei danni ambientali. A determinare i maggiori costi ambientali è proprio la coltivazione, che nella maggior parte dei casi contribuisce per più del 90%. Brasile o dell’Indonesia, ad esempio, per trovare nuovi spazi per le piantagioni si distruggono le foreste, 13 milioni gli ettari di foreste che si perdono ogni anno, in gran parte proprio per la produzione dei biocarburanti.
Il più ‘cattivo’ in assoluto è il diesel di sorgo prodotto nell’Unione Europea.
Dall’altro lato della classifica ci sono biocarburanti prodotti dal legno, meglio ancora se dagli scarti di produzione. Il metanolo ottenuto dalle graminacee, ad esempio, fa risparmiare il 70% delle emissioni e ha un impatto ambientale più basso del 10% rispetto a quello della benzina.
Il governo Usa finanzia con diversi miliardi di dollari la produzione di etanolo dal grano – spiegano gli esperti nell’articolo – quindi gli agricoltori non producono più soia e si dedicano al grano. Questo alza il prezzo della soia, il che si traduce in una sempre maggiore quantità di piantagioni di questa pianta in Brasile, a discapito della foresta Amazzonica.

2 commento a “Quanto sono verdi i biocarburanti?”

  1. il 12 Gen 2008 alle 15:20 1.Romeo said …

    Grazie dell’informazione, Effettivamente questa storia del suffisso “bio” a questi carburanti che nascono sostanzialmente dal suolo o dal sottosuolo dovrebbe essere vietato per legge!!!

    Chiss se mai qualcuno ci arriver; intanto aziende si convertono a questo bio-carburante pensando di fare scelte grandiose per l’ambiente … informare – informare – informare!!!!

    Saluti radiosi

Trackback This Post | Subscribe to the comments through RSS Feed

Lascia un commento

Per inserire commenti clicca qui.