Posts or Comments 20 January 2018

Comunicazioni di servizio &Incontri andrealice Gasrage | 14 Ott 2014 03:25 pm

RESOCONTO PLENARIA DEL 10.10.14 c/o Gasrage

nato ingasatoQuesta sera decidiamo che il giro di presentazioni non occorre dal momento che ci conosciamo tutti e persino io so tutti i nomi. Comunque plenaria bella partecipata e sono presenti: SilviaG, AndreaS (ma solo di sfuggita), PaoBal, Matteo, Davide e Gloria (con prole), PaolaP e Gabriella tutti e 8 per Ca’Ossi; Stefania Sama, LuisaCr, ClaudiaZ, Andrea e Alice, Babs, Cri, DiegoB, e Kribe, tutti e 9 per Gasrage; PaoloR, Claro, Luca Bertinoro e Maurizio in 4 per il Gaspaccio per un totale di 21 ingasati (ed era un po’ che eravamo più scarsi)!!! Merito anche del fatto che ci fossero tanti begli ordini grossi da ritirare (e infatti decidiamo che la formula “ritiro alla plenaria” va ripetuta).


Innanzitutto si parte con una varia “idea-lancio”: per la prossima plenaria, che si svolgerà il 7 novembre e che sarebbe competenza di Villagrappa, si propone di farla al Villaggio Mafalda (presumiamo che avere il riscaldamento non sara’ male) e di provare con la formula della “CENARIA”: tutti intorno alla tavola, ognuno con il proprio bicchiere e posate e si fa la plenaria mangiando (quel che ognuno ha portato o una pizza o entrambi…). L’idea piace e viene approvata e Cristina ci dice che forse sara’ presente Piero di TEA, e ne saremmo ben contenti.

ATTENZIONE PER LA PROSSIMA PLENARIA VILLAGRAPPA, GIUSTAMENTE, AVEVA GIA’ PROVVEDUTO A PRENOTARE LA SALA PARROCCHIALE DI VILLAGRAPPA. QUINDI APPUNTAMENTO LA’ AL 7 NOVEMBRE (non al villaggio Mafalda)
Entriamo nel vivo dell’OdG e partiamo parlando di come è andata la Notte verde (“Avete letto il resoconto?! Ecco è andata cosi’…”) e dell’idea del Centro Territoriale dell’Economia Solidale. PaoloR è molto carico ed, in proposito, ci stimola dicendo che è giusto battere il ferro finchè è caldo, quindi cogliere occasioni in cui fare rete ed in cui continuare a coinvolgere le istituzioni e le altre realtà dell’economia solidale. Paolo suggerisce che si potrebbe trovare, all’interno degli InGASati, un gruppo “politico” (le virgolette sono mille) che si occupi di tenere aperte queste porte e di tenere vive queste cose. Inoltre ci dice che Andrea Di Furia, conosciuto in occasione dell’incontro sullo SCEC (vedere QUI articolo sul blog a riguardo) ci ha chiesto se saremmo interessati ad ospitare la presentazione di un libro sull’economia solidale e anche a riparlare un po’ di Scec. Infine (l’ho detto che era carico) suggerisce di invitare il vicesindaco di Reggio Emilia, che all’interno della giunta comunale ha la delega per l’Economia Solidale, e farci raccontare un po’ come poter procedere, sempre nell’ottica di un futuro DES.
Ora la faccio breve (sia per amore di sintesi sia perché, impegnata ad ascoltare e parlare, ho scritto poco o niente) ma la discussione è stata molto partecipata, animata, serena ma intensa. Comunque diciamo che le questioni si possono riassumere in tre domande (e relative risposte)
1) siamo d’accordo a tenere “battuto il ferro finché è caldo”? SI’.
2) siamo d’accordo ad avere un gruppo ristretto che si occupi di questa cosa: NI.
3) Come primi eventi, vanno bene le proposte avanzate da PaoloR: SI’.
La domanda 2 è quella che richiede maggiore discussione e che apre a sua volta una discussione più ampia su come si dovrebbe partecipare al “mondo Ingasato”. Il succo della questione è che, certamente, non tutti si può (o si deve necessariamente) essere attivi e lanciati, che sicuramente va messo in conto che alcuni abbiano interesse ad associarsi al Gas esclusivamente per la spesa, tuttavia sarebbe giusto, o quanto meno auspicabile, che tutti si cercasse di “rimanere connessi” con quel che si decide, si organizza, aiutando, anche solo poco, quando possibile e comunque sentendosi parte di quella S che per noi, nell’acronimo GAS, è molto importante. A volte ci sono persino cose da “normale amministrazione” che sfuggono ad Ingasati non novellini…quindi magari cerchiamo di rileggerci il vademecum, il gaslateo, di capire bene come funzionino mailing list, blog, censimenti ordini ecc. e cerchiamo di vivere insieme questa avventura che stiamo costruendo di un’economia diversa, solidale, partecipata.
Riguardo, comunque, allo specifico del gruppo “politico” ristretto la risposta è “ni” in questo senso: decidiamo di non scrivere una lista dei nomi, perché questo potrebbe tarpare le ali ad eventuali aggregazioni dell’ultima ora e creare degli obblighi su qualcuno piuttosto che su qualcun altro. Diciamo che, in maniera quasi fisiologica, nel tempo si è creato un gruppo di persone, che si affiancano e aggiungono agli eventisti veri e propri, (e che chiamiamo inizialmente “ teste di cuoio, zoccolo duro”…optando, alla fine, per “zoccole dure e teste di cavolo”), che sta un po’ più dietro a questi fermenti e che quindi continuerà a fare da pungolo e da coordinamento sempre lanciando a tutti quanti vorranno partecipare il caldo invito a farlo.
A questo punto, si definisce quello che sarà il 1° evento cui cominciare a dare forma: sabato/domenica pome/serata al Demodè in cui incontrare e fare incontrare i nostri fornitori, con un po’ di mercatino e con la presentazione del libro sull’economia solidale proposto da Andrea Di Furia (seguirà quindi, a breve, una mail operativa su questo nuovo progettino ingasato).

DIMENTICAVO!

Kribe ci propone due corsi realizzati dalla nostra amica Carmen Valbonesi dell’Associazione Gaia:

LABORATORIO SEITAN
Facciamo i muscoli col grano…
Sperimentiamo che cos’è e come farlo in casa.
Laboratorio pratico di ca 2 ore e mezza adatto ad adulti e bambini dai 4 anni.
QUOTA DI PARTECIPAZIONE ADULTI 7 €
QUOTA GENITORE + FIGLIO 10 €


….a seguire a distanza di una o due settimane al massimo:
COLORI DA LECCARSI LE DITA
Facciamo colori a dita commestibili
Impareremo come farli a casa con i prodotti dell’orto e l’amido di grano(“scarto” del seitan)
Laboratorio pratico di ca 2 ore adatto a bambini dai 3 anni.
QUOTA DI PARTECIPAZIONE 7 €

Dopodichè ci sono poi un po’ di scambi e varie…che non ho trascritto e mi perdonerete.
La riunione si chiude sul tardi con gli Ingasati un po’ assonnati ma molto soddisfatti.

Alla prossima, Alice Libera

6 commento a “RESOCONTO PLENARIA DEL 10.10.14 c/o Gasrage”

  1. il 15 Ott 2014 alle 10:31 1.Cri Gasrage said …

    scusate una domanda:
    ma il libro di cui dovremo fare la presentazione come si intitola ??
    per caso è un libro-fumetto “kilometri zero” ?
    ne parlava la Claudia L…..è per caso lo stesso??
    perchè se no, abbiamo già 2 presentazioni !! 🙂
    Inoltre cosa IMPORTANTISSIMA : alla plenaria non c’era nessuno di villagrappa, ma il sabato mattina si sono presentati a ritirare la merce …. SONO ANCORA TUTTI VIVI !!! 🙂
    Hanno detto che hanno confermato la saletta parrocchiale per la plenaria di novembre (dove abbiamo fatto il pranzo di natale di qualche anno fa)…quindi NON PRENOTATE LA SALA AL VILLAGGIO MAFALDA…. volendo c’è il posto anche lì per cenare, però non credo che potremo usare la cucina.
    Anche se di cose di cui parlare ce ne sono un sacco, quindi ci toccherà parlare con la bocca piena !!!! 🙂

  2. il 15 Ott 2014 alle 14:24 2.Kribe Gasrage said …

    Ricordo ad Alice che sarebbe il caso di sentire chi è interessato (aprire un doodle?) per il corso di seitan proposto da Carmen/associazione Gaia

    LABORATORIO SEITAN
    Facciamo i muscoli col grano…
    Sperimentiamo che cos’è e come farlo in casa.
    Laboratorio pratico di ca 2 ore e mezza adatto ad adulti e bambini dai 4 anni.
    QUOTA DI PARTECIPAZIONE ADULTI 7 €
    QUOTA GENITORE + FIGLIO 10 €

    ….a seguire a distanza di una o due settimane al massimo:
    COLORI DA LECCARSI LE DITA
    Facciamo colori a dita commestibili
    Impareremo come farli a casa con i prodotti dell’orto e l’amido di grano(“scarto” del seitan)
    Laboratorio pratico di ca 2 ore adatto a bambini dai 3 anni.

    QUOTA DI PARTECIPAZIONE 7 €

  3. il 15 Ott 2014 alle 15:35 3.andrealice Gasrage said …

    BENISSIMO FARLA A VILLAGRAPPA, e per mangiare va bene comunque anche se non c’è uso cucina.

  4. il 17 Ott 2014 alle 10:22 4.francescoC Gasrage said …

    Per quel che riguarda la location della prossima riunione, io mi posso occupare di prenotare la Sala del Villaggio Mafalda.
    Faccio presente una cosa, che esula dal mio volere, ma è regolamento in atto della Cooperativa.
    Se si decide di consumare un pasto, la sala deve essere poi successivamente pulita da personale interno della coop. con un aumento di 20€ oltre al prezzo del solo salone; che ricordo essere di 30€.
    Fatemi sapere se devo procedere con la prenotazione e se devo allertare qualcuno per le eventuali pulizie (se si cena).
    FrancescoC

  5. il 17 Ott 2014 alle 10:44 5.andrealice Gasrage said …

    ATTENZIONE PER LA PROSSIMA PLENARIA VILLAGRAPPA, GIUSTAMENTE, AVEVA GIA’ PROVVEDUTO A PRENOTARE LA SALA PARROCCHIALE DI VILLAGRAPPA. QUINDI APPUNTAMENTO LA’ AL 7 NOVEMBRE (non al villaggio Mafalda):
    Grazie Francesco per le precisazioni importanti.

  6. il 18 Ott 2014 alle 10:58 6.Romeo G. Meldola said …

    Grandi … se già leggere il resoconto carica chissà cosa avrebbe fatto esserci.
    Sucsatemi ma come scritto quella sera ero sbrindellato … a dire la verità è un periodo della vita che è così …sono quei periodi che vengono due volte all’anno … e durano 6 mesi ciascuno … 🙁

    Tenete/teniamo botta e … interessantissimi gli incontri proposti!

    Saluti radiosi

Subscribe to the comments through RSS Feed

Lascia un commento

Per inserire commenti clicca qui.