Posts or Comments 17 August 2017

Riunioni Romeo G. Meldola | 23 Mag 2017 10:42 pm

Resoconto riunione 05/05/2017

Pur con un memorabile ritardo e scusandomene sinceramente … proviamo a rimettere in ordine le cose sentite 🙂

Presenti, gruppo e Trader attuale (a chi paghi la bolletta elettrica)
Romeo Gaspaccio SEN (Servizio Elettrico Nazionale ex Enel Servizio Elettrico); Silvia Villagrappa Hera dopo diversi cambiamenti; Chiara e Mattia, SEN senza mai cambiare; Stefano Gasrage Edison da circa 10 anni in attesa di offerte rinnovabili; Andrea GASrage, da ESE a Enel Energia, poi Hera ed infine Trenta/Dolomiti energia; Claudio GASRAGE: SEN; Luisa Villagrappa SEN; CRI Gasrage SEN mai cambiato; Babs Gasrage: SEN, ho provato a cambiare per una settimana ma mi sono ravveduta; Monica L., Cà Ossi, ENEL Energia. Roberta Gasrage sta cambiando per passare a Dolomiti Energia cambiandone parecchie, ultima IREN.

Energia: Andrea ci spiega che era giunto il momento di affrontare i “servizi” ed avendo il pallino della luce e dell’acqua finalmente si trova a suo agio. L’obbiettivo da porsi è sicuramente consumare meno e, a seguire, anche il consumare meglio. Benissimo affrontare i led che ci aiutano a consumare meno risorse ma è utile anche porsi domande sul trader e sulla provenienza di quello che poi consumiamo per arrivare anche a consumare meglio.
Il metodo che suggerisce sarebbe quello di fare un percorso inverso rispetto a quello che quasi tutti i GAS fanno: incontrare i rappresentanti di qualsiasi venditore senza avere chiara la propria situazione non si è rivelato in svariati casi particolarmente efficace e così questa sera si vorrebbe veramente affrontare questi aspetti.
Guardare la propria bolletta per capire i consumi che uno ha in un anno è il primo importante passo per capire se ci può essere un’alternativa così come prendere consapevolezza di quello che è la quota di bolletta che va per il consumo, quella epr il trasporto e quella che se ne va in tasse. Nel sito dell’autorità dell’energia c’è un bello “scrocco” “trova offerte” in cui compilando pochi campi si riesce ad avere la classifica dei gestori in ordine di risparmio economico. Dolomiti Energia ed è-nostra sfruttano totalmente risorse rinnovabili. È-nostra è una cooperativa costituita da soci che producono e altri o gli stessi che poi la consumano anche.
Co-energia è una associazione fondata da GAS e DES che fa da collante rispetto a queste realtà. Ha convenzionato un rapporto con Dolomiti energia vista la garanzia che da in merito alla provenienza da fonti rinnovabili della sua energia.
L’energia si consuma in “diretta” (quando accendi il phon o la luce) e in diretta deve essere prodotta quindi se gli impianti fotovoltaici non funzionano a causa di una serie di nuvole o perché è buio un’altra fonte di energia deve sopperire sia essa centrale idroelettrica, termoelettrica, a carbone, ecc. Abbiamo poi discusso della complessità del servizio elettrico e dell’improtanza che questo sia stabile per evitare blak out quindi si renderà necessaria la spinta verso reti elettriche intelligenti … in sintesi se c’è sovraproduzione di energia la possibilità di poter fare partire elettrodomestici che la consumino rendendo così utilizzabile questa sovraproduzione … ci sono esempi di villaggi autosufficenti che si spingono molto in questa direzione.
Potrebbe essere interessante fare prove sul consumo di alcuni nostri elettrodomestici per capire anche quanto questi assorbano del totale del consumo onde poi scegliere anche consapevolmente elettrodomestici nuovi magari in classe energetica buona quando gli stessi si romperanno. Ci sono accessori che servono proprio a questo e se qualcuno è interessato prima di acquistarli batta un colpo che forse qualcuno ce lo ha….

Nel confronto sui consumi annuali di elettricità fra i presenti Andrea consuma 1100 kW/h anno (4 perrsone in famiglia) e conforntandolo con gli altri presenti è certamente il più parcimonioso oppure si attacca al contatore di qualcun altro… 🙂

Discutiamo poi della chiusura del mercato a maggior tutela rimandato a Giugno 201e e a quel punto saremo costretti a fare una scelta su un trader in un modo o nell’altro.

Chiudiamo l’argomento con l’impegno a tirare fuori un pò tutte le domende che ci assillano riportandole nei commenti a questa discussione, fin dove possiamo arrivare noi arriviamo … il resto lo chiederemo agli esperti di co-energia.

DOMANDE:
Come si garantisce che l’energia che consumo, se faccio il contratto con Dolomiti Energia, è veramente rinnovabile (se ha ad esempio a fronte di una potenza totale generata di 1000 c’è un sistema che segnali di aver raggiunto il massimo della capacità produttiva e non si prendono più altri clienti).

Referenze nuove
Si è trovato qualche disponibile che potrebbe reperire a alcune referente vacanti:
Alessia prenderebbe Altromercato, si potrebbe però ragionare al minimo d’ordine su singolo prodotto (la scatola) per alleggerire e semplificare.
Mattia per Molino Conficconi per farine.
Marcello di Villagrappa per ordine noci, prepara dei confronti e si prepara per il prox ordine.
Rifare il punto per il riso con Luigi per capire se ancora ne ha voglia dopo la discussione sul blog.
Per Cristian de i sapori del passato/I Tirli
Cri proverà a vedere se riesce a farci delle prove di biscotti da valutare e autoreferenziarsi;
La Fattoria della Mandorla, Kribe potrebbe riattivarsi per capire se sono ripartiti con continuità e sicurezza nella produzione
Succhi di Maso Ertis : fate sapere se sono ancora di interesse.
Birra artigiianale, in attesa di trovare altri possibili fornitori da lanciare Alex si offre per dare continuità alla
Per il Pagliaio, sentiamo Diego per vedere se è ancora disponibile a riaprire l’ordine,

Prossima plenaria con Andfrea Scifoni per Officina Naturae, dovrebbe essere il turno di Cà Ossi e così forse andremo al Villaggio Mafalda

La lettera per la richiesta della sede è partita e speriamo di avere risposta entro maggio … vedremo …se sono rose fioriranno.

La Cri si offre anche di tornare ad aiutare gli eventisti …

Babs ha nel frattempo aperto l’ordine vegan dei Paoli … RAVEGAN forever 

Alle 22:39 chiudiamo la serata.

Ora riportate le Vostre domande o richieste di chiarimento e magari anche le disponibilità per nuove referenze… 🙂

Saluti radiosi

6 commento a “Resoconto riunione 05/05/2017”

  1. il 26 Mag 2017 alle 07:19 1.Irene Meldola said …

    Grazie di tutto
    Irene

  2. il 26 Mag 2017 alle 07:22 2.Romeo G. Meldola said …

    Osto che calca che c’è … uno alla volta, mi raccomando 🙂

    L’energia è centrale nella mia esistenza professionale (ma non solo…) e per questo vi consiglio un interessante convegno(https://www.youtube.com/watch?v=H6M9Gkou9yI&feature=push-u-sub&attr_tag=nTy92RTNMJEaW7cr-6) che fa un po’ il punto sull’argomento e su come siamo messi e dove potremmo andare, ha una connotazione di partenza di natura politica ma gli interventi all’interno sono per lo più indipendenti ed alcuni molto interessanti … è un convegno di oltre 3 ore quindi prendetelo con la giusta calma; negli ultimi 10 minuti si parla perfino di cosa può fare un Gruppo di Acquisto Solidale … 🙂

    Saluti radiosi

    P.s. SInceramente la connotazione politica non mi interessa particolarmente evidenziarl … avrei ascoltato volentieri anche sinistra o destra come la pensano ma a volte mi pare di vedere che i pensieri siano piuttosto limitati … o limitanti … 🙂

  3. il 26 Mag 2017 alle 07:33 3.Romeo G. Meldola said …

    Irene … mi accorgo ora che abbiamo raticamente commentato insieme, grazie mille a te! 🙂
    Saluti radiosi

  4. il 26 Mag 2017 alle 15:50 4.SilviaG Ca'Ossi said …

    Caro Romeo,

    grazie per il resoconto… intanto che decidiamo il da farsi, mi sa che devi fare un ripassino del chi è chi nei vari sottogruppi 🙂 ahahah!!

    SilviaG + LuisaCR
    (Caossi) (Gasrage)

  5. il 28 Mag 2017 alle 20:34 5.babs Gasrage said …

    ciao e grazie Romeo,
    tra plenaria, articolo e sito del garante mi sono fatta un’idea, se mi vengono domande tornerò qui a farle
    a presto
    babs

  6. il 29 Mag 2017 alle 14:04 6.Acquacheta Gasrage said …

    Allora, grazie mille del resoconto e della serata.
    Premesso che ancora non mi sono informato a dovere, provo a farla comunque una domanda, altrimenti poi rischio che mi passi, perchè in effetti la voglia di studiare con l’estate scema un po’:

    DOMANDA: “se io compro energia certificata da fonti rinnovabili, pagandola magari anche qualcosa in più, ok è chiaro che c’è un accordo tra produttori e trader sui quantitativi perchè fisicamente è impossibile prendere dalla rete proprio l’energia prodotta da Dolomiti Energia. Ma va bene, c’è un accordo e un pareggio. Il punto però è: le energie rinnovabili già sono incentivate e nel caso dell’IDROELETTRICO di Dolomiti Energia, gli impianti, storici impianti idroelettrici, si sono già ampiamente ripagati. Quindi hanno avuto per anni, probabilmente hanno ancora un prezzo di remunerazione che risulta più alto rispetto alle fonti fossili. Ed è gestito nell’ambito del sistema incentivante ( e quindi indirettamente pagato da TUTTI gli utenti tramite la componente tariffaria A3 della bolletta). Perchè ora io dovrei andare a pagare di più una energia verde che già è stata incentivata, anche da me? E’ solo per pagare la certificazione del fatto che quella energia è verde, che io sono virtuoso?
    Ma a quale pro? Io la incentiverei volentieri se avessi come contropartita un impegno dell’azienda a sviluppare nuova potenza installata da fonte rinnovabile, ma per esercire e manutenere impianti già ripagati, già incentivati, faccio fatica a concepirlo. Mi sembra un giochino finanziario fine a sè stesso, senza sostanza.”

    Il contatore portatile che misura gli assorbimenti degli elettrodomestici, temo di averlo regalato a qualche collega perchè non l’ho ritrovato.

    Sulle referenze nuove ok, tutto giusto: grazie ai nuovi referenti che stanno entrando. Solo una precisazione: Kribe aveva detto che avrebbe aiutato un nuovo eventuale referente, ma che non riusciva a rimettercisi lei come referente della Fattoria. A dicembre potrei valutare di prenderla io.

    I succhi del maso Ertis a me interessano ( e anche qui magari a dicembre ci faccio una pensata, ma se c’è qualcuno prima, avanti pure), il riso proposto da Luigi anche, la birra invece meno, ma benvenga se Alex se ne occupa.

    Sulla prossima Plenaria effettivamente ci si era impegnato AndreS con Officina Naturae. Per la sede c’era in valutazione la proposta di RobertaC per la sua casa di campagna, a Ravaldino in Monte, ma andava prenotata per tempo..dopo verifica che ad Officina non servisse apparecchiatura tecnologica per la serata.

    Fate sapere.
    Grazie,
    Stefano

Subscribe to the comments through RSS Feed

Lascia un commento

Per inserire commenti clicca qui.