Posts or Comments 23 November 2017

Ordini Romeo G. Meldola | 22 Giu 2009 10:39 pm

Resoconto riunione referenti di venerdì 19 giugno 2009

La riunione ha avuto inizio quasi in orario (alle 20:50 circa) ma, causa il vento che imperversava, delle lucciole nemmeno l’ombra; si pensava così di invitare qualche altro tipo di “lucciola” ma puntualmente le donne del gruppo si sono messe di traverso e così è stata un’ennesima riunione seria e particolarmente produttiva.
Fra i presenti si annoverano: Alex e Gessica, Silvia C., Silvia G. con prole, Luca Laghi con prole dimezzata (la metà piccola è rimasta a casa:-), Davide e Gloria, Pietro, Claudia R., Paolo, Gianluca C., Romeo con prole che poi in parte è andata a nanna … se ho dimenticato qualcuno perdonatemi … dipende dall’alcool assunto quella sera 🙂
Ecco punto per punto le decisioni prese:

Emergenza abruzzo, come decidono di procedere gli inGASati (”Adozione” famiglie, acquisti da produttori in difficoltà, ecc.) e chi si incarica di comunicarlo in una discussione sul blog (Rosanna, Antonella, Letizia, Marinella)

Vista la totale assenza di referenti del punto all’ODG se ne è parlato tra di noi riscontrando che si rende necessaria la predisposizione di una discussione in cui si spieghi cosa e come procediamo sia con il prelievo mensile dalla cassa comune di 1 euro ciascuno (Rosanna ed Antonella appena riusciranno a ricollegarsi con le amiche in Abruzzo quindi, si presume, dopo il periodo estivo speriamo la predispongano …) sia con eventuali acquisti da fornitori abruzzesi che faticano a ritrovare una filiera di vendita (contatti già in essere da parte di Marinella che ci terrà informati).

Ga(S)lateo: lo adeguiamo alle nuove organizzazioni magari potenziando anche la parte relativa ad inGASati e politica? (Claudia R.)

Claudia spiega che potrebbe essere utile, durante le campagne elettorali, non aderire ad inviti da parte di questo o quello schieramento politico e rispondere a questi inviti solo in periodi extra-elettorali e, magari, anche organizzare direttamente come inGASati eventi in cui invitare dei politici o dei rappresentanti politici per meglio coinvolgerli e valutare le loro risposte e presenze. Viene anche suggerito che è giunto il momento di rivedere aggiornando la “nostra carta costituzionale” ossia il ga(S)lateo aggiornando alle mutate organizzazioni e, in particolare, i seguenti capitoli: “Come fare per diventare inGAsisti”; “Criteri di scelta dei fornitori e loro eventuale sostituzione”; “Gli inGAsati e la politica”; “Divisione degli inGASati in sottogruppi”. Pietro suggerisce che Politica e sistemi di produzione/consumo non vanno confusi; sarebbe bene essere propositivi continuando a non “abbinarci” ad alcun partito o movimento. Si decide pertanto di rimettere in circolo il gaSlateo nei capitoli di cui sopra e all’uopo a breve partirà una specifica discussione (a cura Romeo) in cui ciascuno potrà dare il proprio contributo fattivo.

Pianificazione riunioni del gruppo (plenarie e dei referenti), rivediamo l’organizzazione in funzione di eventuali esigenze dei sottogruppi? (Romeo)

Si propone di passare a riunioni mensili così alternate: riunione di solo sottogruppo un mese, riunione di referenti il mese successivo e riunione plenaria a cui però si vuole dare un taglio diverso: molto più “aperta” soprattutto ai non gasisti con temi di discussione che possano caratterizzare ciò che facciamo e con “esperti” trattando appunto argomenti specifici e di interesse per il gruppo (consumo critico, vacanze critiche, alimentazione, ecc.). Quest’ultima riunione sarà cura di ogni sottogruppo alternativamente organizzarla.


Calendarizzazione annuale degli ordini settimanali, pianificazione consegne;

Paolo si offre di controllare fino a fine anno, coinvolgendo i referenti degli ordini settimanali, per cercare di pianificare gli ordini fino a dicembre ed essere certi che ponti, feste, ecc. siano ben coperti e noti a priori e non una novità da “gestire al momento”.
Pietro suggerisce di avviare una consultazione dei fornitori per diversificare ed effettuare le consegne nei vari sottogruppi in modo da snellire al massimo gli incarichi del referente e iniziare a responsabilizzare maggiormente i sottogruppi. Si invita quindi ogni referente a “tastare il terreno” con il proprio fornitore e cercare per quanto possibile di proporre la suddivisione. Si decide anche di svincolare la “riunione plenaria”, come sopra riorganizzata, dalle varie consegne per evitare il guazzabuglio che normalmente nasce per le consegne ed i pagamenti vari e non spaventare più di tanto chi si avvicina al mondo “gasista” per la prima volta.

Il blog cambia volto: stato avanzamento del pensiero e del lavoro a cura del gruppo comunicatore (Luca, Claudia, Silvia Carr., ….)

Dopo i doverosi complimenti per il restyling del nostro amato blog ai maggiori artefici (Luca, Silvia C., Claudia Z, Claudia R., Letizia) Luca velocemente spiega che stanno fermentando nuove idee oltre a quanto già visto e con anche l’aiuto di Paolo durante l’estate … se son rose fioriranno :-). Ci spiega che qualsiasi modifica va collaudata e se ci sono problemi siamo sempre in grado di tornare sui nostri passi. Se altri “informatici” volessero collaborare allora non hanno che da dirlo!!!

Snelliamo i pagamenti, valutiamo bonifici o … altre idee? (Silvia Carr.)

Silvia e Luca non avendo bonifici gratuiti con la loro banca spiegano di avere diversi problemi con la gestione dei bonifici stessi. Monica propone di adottare il sistema del Posta Pay ma poi emerge che per poterle gestire al meglio anche li ci sono spese e necessita, per chi non l’ha, di attivare tale servizio. Viene spiegato che Banca etica potrebbe avviare una sorta di conto specifico per i GAS con prelievo diretto mensile dal conto di ciascuno e si propone di approfondire ulteriormente l’argomento per valutarlo meglio in futuro. Per concludere il punto si decide che i cassieri che effettuano bonifici e non li hanno gratuiti verranno rimborsati dal fondo cassa del gruppo per evitare che gli stessi debbano anche rimetterci economicamente e, laddove possibile, si mantengono i pagamenti in contanti.

Ordine piadine e impasto per pizza “C’era una volta”, resoconti di come è andata e … continuiamo? (Silvia Carr.)

Silvia richiede dei riscontri all’ordine concluso oltre un mese fa su piadine romagnole ed impasto per pizza e riscontrata una generale gradevolezza dell’ordine si opta per inserire il produttore fra i nostri fornitori con cadenza bimestrale e lei stessa seguirà l’ordine come referente. Si richiede di approcciare al fornitore che realizzi già di suo la suddivisione per sottogruppi per facilitare e semplificare gli ordini e ridurre i km percorsi (per i Meldolesi è utile ritirare tutto direttamente dal fornitore a Carpena piuttosto che andare a Forlì dalla stessa Silvia alleggerendola così ulteriormente nei suoi compiti.

Confronto fornitori agricoltori: Jacopo, Chiara di Villafranca, Mengozzi; sinergie e integrazioni fra gli stessi (Alex)

Alex ha fatto un’analisi delle varie produzioni di Jacopo, Chiara, mentre l’Az. Agricola Mengozzi non ha, purtroppo, fornito la calendarizzazione delle sue produzioni. Spiega che Chiara ha parecchi pomodori da conserva mentre Jacopo non ha detto degli stessi le quantità; Jacopo da cassette miste mentre Chiara per esempio proverebbe con ordini cumulativi per prodotti da conserva o da dispensa per l’inverno (fagioli, piselli, pomodori da passata, ecc.). I pomodori da conserva di Chiara sarebbero disponibili da luglio a agosto e come prezzo li farebbe 0,80 €/kg. Chiara, ad esempio, ha anche le carote che Jacopo non ha ma c’è il problema di come far funzionare gli ordini e, soprattutto, le consegne. Per il prossimo anno i due produttori dovrebbero collaborare ed integrarsi a vicenda. Viene anche proposto di differenziarsi i fornitori per sottogruppo visto che i sottogruppi stanno crescendo ed iniziano ad avere dimensioni accettabili e la cosa riscuote una generale gradevolezza. Càossi si offre quindi di provare ad avviare contatti con Chiara per valutare possibili ordini da loro sulla stregua di quanto altri sottogruppi fanno con Jacopo.

Resoconto gita meldolese da Sonia di Cusercoli, si può valutare anche fornitura di frutta? (Romeo)

Sonia si è presentata in mailing list referenti ed è venuta a conoscerci al GASpaccio a Meldola qualche settimana fa e così il sottogruppo in questione ha deciso di andarla a trovare nella sua azienda sulle colline di Cusercoli. Dalla visita è emerso il grande coraggio imprenditoriale di Sonia ed anche come la stessa abbia parecchie varietà di frutti (per diverse varietà è anche “custode”) ed, in generale, la produzione è ancora agli inizi (piante da poco in produzione). La mitica Giulia Ghini ha predisposto il file delle produzioni di Sonia che potete vedere qui. Si è deciso che Meldola parta con ordini da Sonia per valutare come poterla fare entrare quale produttrice di frutta per tutto il gruppo.


Immancabili Varie ed eventuali (Ruota libera)

Patate e aglio del babbo di Barbara Martini di Selbagnone; Luca aprirà l’ordine , vista la grande gradevolezza dello scorso anno, con scadenza fine giugno e arrivo previsto per luglio.
Silvia C. chiede se siamo interessati alla legna da ardere; avendo stufa e camino sarebbe interessata ad avviare un ordine trovando fornitori e così si propone di fare una discussione sul blog per valutare eventuali altri interessati alla cosa.
Alle 23:30 circa si chiudono i lavori ufficiali senza avvistamento di alcuna lucciola, con qualche ferito sul campo e con qualche becco di zanzara ricevuto proprio sotto la Bat box 🙂

Saluti radiosi

Trackback This Post | Subscribe to the comments through RSS Feed

Lascia un commento

Per inserire commenti clicca qui.