Posts or Comments 17 August 2017

Senza categoria bidelli informatici | 25 Ott 2010 10:24 pm

SOS Ingasati dormienti

Titolo strano eh? questo articolo raccoglie una serie di riflessioni che sono state inviate via posta tra i “disinfi” il gruppotto 25 ingasati che hanno una referenza o sono casieri o si sono rimboccate la maniche spesso, in questa da mailing list partono molte cose nuovi ordini ottime idee incontri relazioni segnalazioni consigli ed amenità assostite.
Di seguito riporto buona parte delle 14 quattordici! email che hanno seguito la missiva di Gloria (daviglo) del sottogruppo di CaOssi.

Ciao a tutti,

vi scrivo l’ennesima e-mail per chiedervi un consiglio.
Alla scorsa riunione di sottogruppo si era evidenziato che ci sono degli
ingasati “durmienti” e volevamo ricontattarli (questione di grande attualità
in tutto il gruppo, penso). Il problema non è tanto economico (molti hanno
conti in attivo), ma più che altro così non si fa gruppo. Il GASlateo è più
risoluto: chi non è attivo (ordini-presenze a riunione) per più di due mesi
non fa più parte del gruppo.

A me pare chiaro che non siamo un sito di e-commerce e inoltre per
acquistare prodotti bio/km , ecc, ecc non è necessario essere del GAS, ma
per essere del GAS è necessario interessarsi al gruppo e, se possibile,
rendersi disponibili. Sono molti gli ingasati con figli più o meno piccoli
e mille altre attività sui quali puoi sempre contare (loro malgrado).

Cosa possiamo fare con i gasisti latitanti o con difficoltà di comunicazione col gruppo? Bisogna fare una campagna di sensibilizzazione con i dormienti?

Buona serata

Gloria

A questa mail si sono succeduti molti pareri anche diversi e sono uscite anche idee nuove alquanto interessanti, mi rendo conto che l’articolo sarà chilometrico

Claudia Lomnbardi CaOssi

per me le andrebbe spiegato quello che dicevi qui sotto, ma in modo
più soft:
cioè che il bello di far parte del GAS non è solo fare la spesa, ma
far parte di un gruppo in cui si condividono valori, difficoltà e
impegni. Non si chiede molto, solo di mettere un po’ di contributo da
parte di tutti. Far la spesa nel GAS vuol dire anche partecipare ai
trasporti, o possibilmente e compatibilmente con gli altri impegni,
partecipare alle riunioni, insomma conoscersi! perchè è vero che
esiste la tecnologia, ma è molto più bello vedersi di persona.
Entrare nel GAS non vuol dire timbrare un cartellino, per carità, ma
impegnarsi un minimo in modo che gli sforzi non ricadano solo su poche
persone. Se il sabato è impegnata, cosa che capita anche ad altre
persone, se non ricordo male, magari può effettuare il trasporto il
venerdì pomeriggio, non lo fa anche qualcuno una tantum? oppure può
contribuire in altro modo, magari smistando gli ordini più corposi, etc

Se non se la sente di far questo, beh allora le si può suggerire di
andare al farmer market…

Baci

Claudia

Romeo il mitico da quel di meldola ha scritto

Io penso che non siamo potenti come la chiesa cattolica e probabilmente non tanto importanti. Penso anche che dobbiamo dare tempo e modo di conoscerci alle persone ed è impossibile che uno possa leggere con attenzione elevata ogni singolo messaggio che circola.
Ritengo che “ogni lasciato è perso” e sarebbe bene che potesse avere modo di conoscerci meglio ma è pur vero che se ci considera un supermarket è difficile che possa fare un “passaggio di stato” da passivo ad attivo interlocutore ma perchè non provarci a coinvolgerlo.
In fondo tante persone ci hanno provato e si sono eclissate subito dopo mentre qui quello che premia e fa evolvere, amio modo di vedere, è la costanza di voler capire a fondo che facciamo ed il perchè ed uno che torna a chiedere informazioni apparentemente sembra che abbia riacceso la fiammella ed è giusto che proviamo a vedere se diventa un incendio o se si estingue totalmente.

Avanti tutta, come sempre, ma cerchiamo effettivamente di coinvolgere le persone frontalmente ed a voce; le parole ed un sorriso possono molto di più di tante parole scritte per alcuni :-)))

Grazie a Gloria a Paolo ed a Claudia … siete avanti anni luce!

qui è evidente la prima omissione, il mio intevento, ho scritto 2 stupidate che non portavano nulla alla discussione e ve le risparmio invece in oiena notte la discussione sale di livello e

AndraS di CaOssi
interviene

Mi sento molto in linea con romeo, pur condividendo lo spirito guerrigliero (del
resto, cosa è la nostra se non una guerra senza armi?) degli altri.

Penso proprio che alle stravaganze e alle incoerenze del mercato, ossia alla
difficoltà di ogni singolo consumatore di cambiare identità e diventare
co-produttore, come direbbe qualcuno di terra-madre (sarebbe bene dire due
parole di quest’ultima cosa a chi non la conosce, che ne dite?)… a queste cose
occorre rispondere con armi ingasate.

Spiegare, discutere, animare e mettere tutti nelle condizioni di comprendere,
posizionarsi, insomma essere al corrente della portata della loro scelta, poi ad
ognuno la palla.

Quindi proviamo ad incontrare questi inGasati dormienti!

Un abbraccio,
Andrea

SilviaG di CaOssi interviene

Ciao a tutti,

ho letto con interesse le risposte che sono state date, in cui riconosco posizioni e approcci che vanno ben al di là del GAS.
Personalmente, mi trovo più vicina ad un’idea di responsabilizzazione personale/sociale/civile che ad una sorta di ecumenismo laico: smistare grossi ordini, fare le consegne settimanali, organizzare incontri etc. può anche non essere bello, ma lo si può trovare giusto, necessario, etico, etc. etc…. ognuno avrà le sue motivazioni e ognuno (io per prima) combatterà con il proprio senso di inadeguatezza rispetto a ciò che si vorrebbe (si sente la responsabilità di….) fare e ciò che si riesce a dare.
Quindi, d’accordo per contattare e cercare di risvegliare i dormienti, il passaggio dalla cultura del supermercato alla ‘co-produzione’ è enorme, ci può stare che uno si senta idealmente propenso a cambiare ma che nella realtà dei fatti non ci riesca così bene, travolto dalla quotidianità. Tuttavia, eviterei l’eccessivo proselitismo.
Ogni persona nuova che entra è una meravigliosa risorsa, un arricchimento, per quanto piccolo il suo impegno, ma la reciprocità è indispensabile.

Vi abbraccio
Silvia

e anche la cassiera di Villagrappa Silia

Personalmente mi trovo d¹accordo con la saggissima Silvia (sarà il nome?),
ho avuto lo stesso problema di Gloria e ho mandato una mail direi ³poco
sdolcinata² in cui invitavo il ³dormiente² a leggersi attentamente il
Gaslateo. Ora il gasista non è attivissimo, ma almeno c¹è e fai i suoi bei
turni di consegne. Penso che le riunioni mensili servano anche da collante,
sennò i fili si fanno sempre più lunghi e si snervano. Se non c¹è
motivazione e volontà…peccato!
Un abbraccione a tutti
Silvia, anzi, silia

Arriva Elena della Casa del Cuculo e all’improvviso la discussione vira prendendo una direzione inaspettata ma geniale

magari è una delle mie solite idee impossibili, ma quando manco dal gas per
tanto tempo o sono presente un po sottotono, mi dispiace molto, sento di
perdere qualcosa ..e non sono certo una pesona a cui manca socialità o
pogetti condivisi con altri.
insomma il succo è che partecipare al gas è divertente dà soddisfazioni
oltre che impegni, dalle discussioni, dagli scambi, dal lavoro fatto insieme
si prende molto (spesso più di quello che si dà!!)
allora penso pechè non fare un video da mettere nel bolg che comunichi
questo spirito? a volte una suggetione fa molto più di mille parole.
solo che io non ho per niente tempo (non posso offrirmi come referente anche
se mi piacerebbe molto)
mi dispiace molto non poterci essere di più

un video?? la proposta non lascerà indifferenti ed infatti ….
torna alla carica Claudia di CaOssi tirando fuori dal suo personale “vulcano delle idee” qualcosa

Mi piace un sacco l’idea del video! Chi porta la telecamera alla prox
plenaria? e al prossimo ordine da smistare? E presso il gasrage e
gaspaccio e turni di consegna di Ca’ Ossi??? insomma.. mettiamo la
discussione nel blog inserendo la richiesta di volontari x la
realizzazione del video?????

Bacissimi, mi avete dato energia per la mattinata!

Ciao

Claudia

mentre le ragazze di CaOssi si stanno organizzando arriva il parere di una altra cassiera Claro del Gasrage che viene in socorso a gloria la nuova cassiera di Caossi

Ciao.
Non ho letto tutte le vs mail (lo farò con più calma visto che sto per
andare alla riunione di sottogruppo).
La mia esperienza è che di solito cerco di essere “neutra”. Non mi interessa
convincere il prossimo e fare proseliti, ma ho necessità che le cose
pratiche funzionino. Noi come incentivo/disincentivo abbiamo l’affitto
menisile da pagare (circa 2euro a testa) e se mi accorgo che per 3/4 mesi
qualcuno sparisce (ma ovviamente scalo lo stesso l’affitto dal prepagato),
quando arriva vicino allo 0 lo contatto via mail o sms per chiedergli se
vuol essere ancora dei nostri o no e riepilogandogli la sua posizione di
debito/credito.
Cerco di tenere il foglio cassa “pulito” da chi non ordina molto e
contemporaneamente non dà segni di risposta alle mail e sembra
disinteressato. A volte mi si dice “rimango” e la persona si riattiva, a
volte mi si dice “me ne vado”, saldiamo la posizione e ciao.
Dico a tutti che se e quando vorranno in futuro potranno rientrare, ma se
devono essere presenti/assenti meglio che si accordino per essere “fantasmi”
di un amico così non devono pagare l’affitto per niente…
Ciao tutti.

Chissa se siete arrivati a leggere fino a qui, magari avete anche voi qualcosa da dier potete tranquillamente lasciare un commento il gruppo migliora grazie al contributo di tutti che sia un complimento una citica una opione o un suggerimento, poco importa che siate ingasati di longo corso o novelli ingasati

scusate per le 1791 parole di questo articolo

4 commento a “SOS Ingasati dormienti”

  1. il 25 Ott 2010 alle 23:26 1.cri Gasrage said …

    Ciao!!
    Io sono nuova, ma talmente nuova che non ho ancora ben capito come funziona il tutto.
    Mi piace lo spirito di collaborazione e anche tutte queste idee ed esperienze condivise….
    Lavoro 8 ore al giorno per tutti i giorni in un luogo in cui non si pu nemmeno parlare, in cui non ci si pu fidare di nessuno, che qui mi sembra tutto cos….”diverso” ..!!!!
    Io per ora sono “gasata” a palla da questa nuova esperienza e la cosa mi piace, spero di esserne all’altezza.
    Per quanto riguarda il video… non saprei cosa dire, se non che, da novella qual sono, mi avrebbe divertito e coinvolto in maniera pi immediata (forse) se la prima volta che sono entrata qui da voi, avessi visto un video… in un’epoca in cui youtube ruba ogni immagine e la rende pubblica…. perch non sfruttare la tecnologia e “cavalcare l’onda”??
    Anche se proprio proprio la devo dire tutta, se qualcuno entra in questo sito (o blog??!!) ha gi un’idea (seppur vaga) di cos’ un gas, io credo che il video dovrebbe in qualche modo “accorciare” le distanze, far “sentire” il gruppo qualcosa di vicino e di accessibile, e trasmettere lo spirito di gruppo (scusate le ripetizioni)….
    scusate se mi sono dilungata e spero di non aver detto troppe cavolate..

    ps:Non sono sicura ancora al 100% ma forse la prossima settimana sono in ferie, per cui mi sembrava una buona occasione per rendermi utile per qualsiasi cosa (in verit non so nemmeno io a cosa!!!)… in vista anche della plenaria del 5 novembre…..avrei voluto mandare una mail al mio gruppo appena mi confermavano ‘ste benedette ferie, ma colgo la palla al balzo e lo dico qui, spero vada bene lo stesso!!

  2. il 26 Ott 2010 alle 18:35 2.Andrea M. Meldola said …

    Un ciao a tutti.
    Sono Andrea, il cassiere del Gaspaccio meldolese e concordo con chi afferma che ogni persona bene accetta perch portatrice di qualche talento (e quindi di non mollarla facilmente), per visto che il GAS non un supermercato bisognerebbe che tutti, ma proprio tutti facciano almeno qualcosina.
    Se si vuole si puote!
    Comunque, in merito ai “dormienti” bisognerebbe anche considerare il periodo di crisi che imperversa (nonostante il “caro leader” la consideri svanita), magari qualcuno rimasto coinvolto e…
    In ultimo oltre al video, che ritengo una cosa carinissima da mettere in rete io avevo lanciato anche l’idea del calendario o poster (FACCE DA GAS) con le nostre fototessere e le istruzioni di base per partecipare agli INGASATI!
    Per noi naturalmente e da regalare in giro per farci conoscere un p di pi!
    Salut

  3. il 26 Ott 2010 alle 21:21 3.Claudia_Matteo CaOssi said …

    E’ verooooo mi ero dimenticata il calendario!
    La crisi giustifica la poca spesa secondo me, e la G e la S quasi non c’entrano nulla in questo senso.. magari anche un messaggio in ML ogni tanto (io poi esagero, lo so!) per ad esempio io ho conosciuto virtualmente EzioMax perch una volta mi ha risposto ad un msg.. ed stato veramente una scoperta felice… spero di incontrarlo presto di persona.. insomma secondo me questo far parte di un progetto comune ci lega.. lasciamoci legare e impariamo gli uni dagli altri…

    Viva il GAS!!!!!!

  4. il 27 Ott 2010 alle 10:02 4.Romeo G. Meldola said …

    Innazittutto un grazie a Cri che ha espresso un parere per me fondamentale e cio cosa e come appariamo appena veniamo conosciuti e di primo impatto emotivo.
    Mi spiace che sia costretta a lavorare in un posto del tipo che cita ma pur vero che il posto di lavoro possiamo “farlo” anche noi, forza e coraggio, ce la farai!

    Adesso veniamo ad Andrea, pi ci penso e pi l’idea del Calendario mi affascina e coinvolge … ora scrivo subito a Gianluca (il nostro fotografo ufficiale) per capire che cosa potrebbe implicare una cosa del genere!!!

    Grazie veramente a Paolo per aver sapientemente raccolto e sintetizzato le discussioni facendo finalmente uscire il pensiero dei referenti ed aver permesso lo scambio libero di opinioni!

    Spero che altri diranno la loro!

    Saluti radiosi

Trackback This Post | Subscribe to the comments through RSS Feed

Lascia un commento

Per inserire commenti clicca qui.