Posts or Comments 26 July 2017

Ordini daviglo Ca'Ossi | 26 Nov 2009 09:19 am

Vademecum dell’inGASato

A seguito di quanto deciso nella riunione referenti del 4 novembre 2009 pubblichiamo questo vademecum riassuntivo per tutti i nuovi (e vecchi) inGASati in cui vengono riassunti principi, modalità e strumenti (specie quelli informatici) che ciascun membro del gruppo deve conoscere.

Speriamo che risulti utile a tutti

Saluti

Davide e Gloria

PS: per scaricare il file in formato PDF fare clic qui.

A seguire il testo del documento

___________________________________________________

Vademecum del nuovo inGASato

Introduzione

Questo vademecum è destinato a:

  • Le nuove persone che si avvicinano al GAS

  • Gli inGASati che vogliono introdurre le attività del gruppo ai nuovi (in riunioni  preferibilmente di sottogruppo)

  • Tutti gli inGASati (vecchi e nuovi) che vogliono avere a portata di mano un quadro di insieme delle attività, dell’organizzazione e degli strumenti informatici usati dal GAS.

Principi degli inGASati

I principi degli inGASati sono descritti in dettaglio in un documento chiamato GA(S)lateo, disponibile sul blog del gruppo. È importante sottolineare che l’obiettivo del gruppo non è solo l’acquisto consapevole di prodotti secondo una logica solidale con i piccoli produttori di zona (filiera corta, prodotti biologici ecc.), ma anche la creazione di una rete di relazioni tra persone. Questo significa che ogni membro del gruppo si rende disponibile, a seconda delle proprie possibilità, a fare qualcosa per tutto il gruppo.

Come funzionano gli inGASati?

Per ogni tipo di bene (ad es. verdura, pannolini, carta igienica ecc.) che gli inGASati ordinano, esiste un membro del gruppo che si è offerto come referente. Il referente mantiene i contatti col produttore, apre e comunica gli ordini. Gli ordini (a seconda dei beni) possono avere cadenza settimanale (frutta, pane, carne, uova) o periodica (ogni 2, 3, 6 mesi o annuali).

Poiché sono tanti, per organizzare la distribuzione dei beni al loro arrivo, gli inGASati hanno deciso di dividersi in sottogruppi (più o meno) territoriali. Questi sottogruppi sono: GASrage (Centro storico, zona Spazzoli, Ronco), CaOssi (Caossi, Ravaldino, Resistenza, Vecchiazzano, S.Martino in strada), Gaspaccio (Meldola, Forlimpopoli e Bertinoro), Villagrappa e Finestra sul Gas (gruppo misto). Ciascun sottogruppo gestisce autonomamente la consegna e lo sporzionamento degli ordini.

Il nuovo inGASato contatterà direttamente il sottogruppo della sua zona (per i contatti e la mappa dei sottogruppi, vedere la pagina “Contattaci” sul blog http://www.ingasati.net ).

Il pagamento dei beni avviene tramite un sistema prepagato: ogni inGASato versa al cassiere del proprio sottogruppo una somma che costituisce il suo credito. Con questo credito il cassiere pagherà i beni acquistati dall’inGASato. È importante che ciascuno controlli tempestivamente la situazione del proprio conto per non mettere in difficoltà il cassiere. Per alcuni ordini (ad es. la carne di Sadurano), il prepagato è gestito direttamente dal fornitore (questo perché le somme in gioco sono notevoli).

Gli strumenti informatici

1. Il blog

http://www.ingasati.net

Il blog è lo strumento principale di comunicazione degli inGASati. Tramite il blog:

  • vengono aperti gli ordini per l’acquisto dei prodotti;

  • è possibile prenotare le quantità di prodotto che si desidera acquistare;

  • vengono comunicati gli eventi più importanti della vita del gruppo (date delle riunioni, eventi a cui si invita a partecipare) ecc.

  • si svolge la “vita virtuale” del GAS (ci sono sezioni per scambi/compravendita di oggetti usati, ci si organizza per cene inGASate ecc.)

2. La mailing list globale degli inGASati

ingasati@ingasati.net

La mailing list è uno strumento attraverso il quale inviare e ricevere e-mail a/da tutti gli inGASati. Una volta entrati nel GAS, si viene iscritti alla mailing list e si cominciano a ricevere i messaggi inviati dagli altri membri del gruppo d’acquisto. I referenti dei diversi ordini comunicano tramite la mailing list l’apertura degli ordini e in alcuni casi inviano tramite questo strumento anche i listini dei prezzi.

Oltre a ricevere i messaggi nella propria casella di posta elettronica, è possibile vedere tutti i messaggi della mailing list all’indirizzo http://lists.ingasati.net/listinfo.cgi/ingasati-ingasati.net (facendo clic sul link “Archivi della lista Ingasati” e inserendo il proprio nome utente e la propria password comunicati al momento dell’iscrizione alla mailing list.

La mailing list è moderata da un paio di volonterosi inGASati e va usata con cautela (e soprattutto nel rispetto del GASlateo) per evitare l’eccesso di informazioni e non intasare le caselle e-mail degli altri inGASati.

3. I documenti condivisi

Esistono dei documenti condivisi tramite la funzionalità di Google chiamata Google documents. Questa modalità è stata scelta perché consente di condividere informazioni anche sensibili tra tutti i membri del GAS senza renderle pubbliche (come lo sono, invece, le pagine del blog). Questi documenti sono essenzialmente:

  • Il censimento ingasato. È una tabella contenente i riferimenti (indirizzi e-mail, n. di telefono, contatti) di tutti gli inGASati.

  • Il documento GestioneSoldi. È una tabella con i conti del prepagato di quasi tutti gli inGASati (tranne quella di alcuni sottogruppi che hanno elaborato un proprio modo di gestione della cassa). La tabella è divisa per sottogruppi e consente di vedere di quanto credito si dispone, controllare che i conti siano stati fatti correttamente ecc.

  • Documenti vari relativi a ordini specifici (alcuni listini, schede d’ordine di alcuni ordini fatti tramite modulo ecc.)

L’accesso a questi documenti è possibile solo tramite account Google. Per questo motivo all’ingresso nel GAS, verrà attivato un apposito account Google con nome utente e password. Questo account (che ha l’aspetto di un normale indirizzo e-mail) può essere utilizzato solo per l’accesso a questi documenti, mentre per l’iscrizione alla mailing list e per tutte le comunicazioni via e-mail è consigliabile utilizzare il proprio indirizzo e-mail normale.

4. La comunicazione di sottogruppo

Quasi tutti i sottogruppi hanno anche uno strumento informatico di sottogruppo. Nel caso di CaOssi e del GASrage si tratta di un GoogleGroup. Questo strumento funziona principalmente come una mailing list, ma in più consente la pubblicazione di alcune pagine web e la condivisione di altri file (visibili solo ai membri del sottogruppo e accessibili tramite password). Questo strumento serve essenzialmente per l’organizzazione interna del sottogruppo. Ad esempio, nelle pagine del sottogruppo CaOssi è presente il calendario dei trasporti per gli ordini settimanali.

La ricezione dei messaggi di sottogruppo avviene nella propria casella e-mail. Per accedere alle pagine del GoogleGroup, invece è necessario utilizzare il nome utente e la password Google creati per l’accesso ai documenti condivisi.

Il sottogruppo di Meldola ha una propria mailing-list: gaspaccio@lists.ingasati.net.

Partecipazione attiva (la S sta per Solidale e non per Supermercato)

Esistono diversi modi per partecipare attivamente (in modo stavolta non virtuale) alla vita del GAS: partecipare alle riunioni, dare una mano al proprio sottogruppo, dare una mano a tutto il GAS.

1. Le riunioni

La partecipazione alle riunioni è importante non solo per informarsi sulla vita del GAS, ma anche per sostenere e creare nuove relazioni tra i membri del gruppo. Esistono sia riunioni plenarie (con tutti gli inGASati), sia incontri di sottogruppo (con un taglio più organizzativo). È preferibile che i nuovi inGASati vengano accolti in un incontro di sottogruppo così da facilitare la conoscenza reciproca.

2. L’impegno nel proprio sottogruppo

Ogni sottogruppo è organizzato in modo diverso, ma in tutti c’è sempre qualcosa da fare. Ad esempio:

  • Fare turno di trasporto o di apertura della sede (per la distribuzione degli ordini settimanali, solitamente al sabato)

  • Fare da cassiere

  • Fare da sottoreferente (aiutare il referente generale di un prodotto a smistare i beni ai membri del proprio sottogruppo)

  • Accogliere i nuovi inGASati

3. L’impegno per tutto il GAS

È possibile (e consigliabile) dare una mano anche a un livello più ampio. Ad esempio:

  • Fare da referente per un produttore (e partecipare quindi anche alle riunioni per referenti e attivisti)

  • Contribuire alla manutenzione del blog

  • Organizzare eventi (cene, gite ecc.)

  • Rappresentare il GAS (a giornate varie, eventi pubblici ecc.)

Altri strumenti per chi desidera impegnarsi di più nel GAS

3 commento a “Vademecum dell’inGASato”

  1. il 26 Nov 2009 alle 11:50 1.Pietro Meldola said …

    Fantastico ragazzi, adesso diamogli una collocazione, io lo metterei fisso sulla colonna di destra in collegati registrati, legato ad iscriviti alla mailing list
    abbracci
    Pietro

  2. il 27 Nov 2009 alle 11:02 2.Romeo G. Meldola said …

    Grandi, vi ringrazio di cuore.
    Bello vedere come ci stiamo lentamente strutturando grazie al contributo di tutti e di ciascuno.

    Questo lavorone da urlo!!!

    Saluti radiosi

  3. il 28 Nov 2009 alle 16:23 3.Letizia GasRage said …

    bello, bravi, grazie!

    ps: nel gasrage confluiscono anche i romiti 😉

Subscribe to the comments through RSS Feed

Lascia un commento

Per inserire commenti clicca qui.