Posts or Comments 11 December 2017

Riunioni DaniPietro | 10 Ott 2012 09:26 am

Verbale riunione plenaria InGASati del 5 ottobre 2012

Siamo un gruppetto di anime, cheap non ci presentiamo nemmeno perché stavolta ci conosciamo tutti. In effetti ai fini del verbale fa strano non avere il giro di presentazioni perché solo chi c’era può ricordare più o meno chi ci fosse.
Va beh, rx si sa, sick questa riunione è prevalentemente tecnica. Le associazioni sono quasi costituite: GASrage dal 2 ottobre, Ca’ Ossi forse dall’8 ottobre, Villagrappa e Meldola partorienti.
Premeva comunicare alcune informazioni informatiche su cui non si concorda sempre nella forma. Perciò credo non tutti abbiano partecipato alla gita al caseificio. Giochi di parole…, ma torniamo a noi!  ClaudiaZ in qualità di superbidello informatico illustra le decisioni che si sono delineate, a seguito di incontri e mail con altri bidelli e i futuri consigli delle associazioni (scusate ma direttivi non mi piace), in merito a dominio del blog, blog e mailing lists (ssssssss, ma forse ce n’è anche qualche d’una in più…)
Dal 14 al 21 ottobre il nostro blog, questo su cui ora leggete, si trasferisce in Italia, su dominio aruba. Il trasloco comporta una settimana di black out informatico perché sono anni che si accumulano info nel dominio statunitense quindi il volo transoceanico, per rendere per quanto possibile anche il sito più km 0, comporterà impegnativi cambiamenti strutturali e grafici e il trasporto dei software, tra cui digigas, con tutte le complessità del caso.
Per tutta la durata di quella settimana non potremo comunicare tra di noi né tramite blog né tramite le mailing list ingasati o disinfo. Perciò niente ordini, niente di niente, chiusi per ferie. Pare che si sia costituita una fazione di Gruppo Anarchico Sovversivo che vuole trovarsi per sovesciare l’ordine costituito, ma son solo voci di corridoio.
ClaudiaZ e Andrea Quattrini presentano il futuro panorama agli astanti: nuove mailing list, suddivise anche per “ruolo” nella associazione, ma dicono che invieranno anche un prontuario d’uso visto che l’elenco dei nuovi indirizzi e-mail per numero potrebbe spaventare. Di fatto servono per rendere più rapido e intuitivo l’invio di comunicazioni a certe figure dell’associazione, ma siamo in molti persuasi che ce la caveremo come sempre, ognuno a suo modo. In sintesi ingasati rimarrà il solito calderone aperto a tutti coloro che si iscrivono dal blog, ci sarà una mailing list che potrà circolare solo tra iscritti tesserati e una che rimarrà come la vecchia disinfo, tra referenti e consigli delle associazioni.
Si intendono fare anche corsi di formazione per referenti e aspiranti cassieri in modo da diventare il più possibile autonomi nell’inserimento degli ordini su digigas e in una gestione fluida della cassa.
Per quanto riguarda gli ordini non ci saranno modifiche sostanziali finché non avremo tutte le associazioni costituite e tutti i conti nuovi aperti. Ci incontriamo con Gigliola di Banca Etica mercoledì 10 per dettagli sulla convenzione per i G.a.s. intanto.

Chiusa la parentesi lunga e doverosa sulle associazioni si passa la parola a Carlo del Regno delle Upupe, che ci conduce nella comunità/azienda agricola a circuito chiuso in cui vive con Sara, sulle colline tra il Gualdo e Cusercoli.
Carlo viene da Varese, dove era stato tra i fondatori di due G.A.S., in seguito ha fatto esperienza agricola presso una azienda di Dovadola ed ora con il Regno delle Upupe sono partner di vari G.a.s. della zona e di Apebianca. Producono ortaggi, frutta, alcuni cereali, hanno certificazione biologica e allevano polli.
I polli vivono nell’ampia area recintata del frutteto, liberi ma anche protetti da volpi e faine. Mangiano orzo, mais, sorgo, granella e scarti della produzione dell’azienda. Solitamente gli abitanti del Regno delle Upupe cercano di trovare sinergie con i produttori locali vicini in modo da realizzare colture complementari e solidali. Se vogliamo iniziare a ordinare i polli serve un minimo di due polli per sottogruppo.
Intendono realizzare un laboratorio di trasformazione entro il 2013 e con il tempo allargare la produzione a tacchini e salumi di mora romagnola.
Lo stile di vita e di coltivazione che emergono dagli esempi di Carlo sono molto interessanti, un modo per estremizzare un po’ ciò che perseguiamo noi. Si parla della coltura di sovescio, di coltura a secco del riso di montagna e del sistema di eccellenza di Fukuoka in contrapposizione alle tradizionali profonde arature meccaniche, spesso aggressive e traumatiche per il terreno.
Allego alcuni link per interesse culturale.

http://it.wikipedia.org/wiki/Sovescio

http://it.wikipedia.org/wiki/Masanobu_Fukuoka

http://www.riso.it/il-riso/la-storia-del-riso

Claudia Lombardi ricorda a tutti della Marcia per la Pace di domenica 7 ottobre, Sara Mengozzi rinnova l’invito presso l’azienda agricola di famiglia in occasione delle Fattorie Aperte del 14 ottobre e Paola sollecita l’iscrizione per partecipare al trasloco a catena umana della Bottega, fissata per il 10 novembre.
Andrealice offrono nespole e Filippo uva fragola.

La riunione si conclude così, come tante altre…con torte, chicchi d’uva, paure e sogni di moltiplicazione di menti illuminate.

7 commento a “Verbale riunione plenaria InGASati del 5 ottobre 2012”

  1. il 10 Ott 2012 alle 09:48 1.andrealice Gasrage said …

    Daniela, sei meravigliosamente fuori di testa!! che bello tu sia la segretaria referentissima del gasrage, siamo in ottime deliranti mani! proprio quello che ci vuole per restare allegramente ingasati.

  2. il 10 Ott 2012 alle 10:01 2.daviglo CaOssi said …

    Bellissimo!
    Dispiace non esserci stati, soprattutto per sentire le upupe cantare e parlare del metodo Fukuoka.
    Concordo con Daniela sulla bruttezza della parola “direttivo”. Direi di lasciare questa parola solo sulla carta consegnata all’agenzia delle entrate e che se la tengano loro…

    Davide

  3. il 10 Ott 2012 alle 14:13 3.kribe Gasrage said …

    Sempre grazie per gli aggiornamenti!

    Con un clic sembrava di essere l, anche se non potevo.

  4. il 11 Ott 2012 alle 11:50 4.gessica&alex Meldola said …

    Grazie Daniela per l’ottimo resoconto…
    Cercher in un futuro quanto prossimo possibile dalla mia di farvi un resoconto della Gita di Domenica Scorsa al Caseificio Santa Rita.

    Nel frattempo resto in spasmodica fibrillazione in attesa che avvenga la settimana di black-out di blog e mailing list… questo potrebbe sconvolgere la vita di diversi….fra i fornitori prescelti c’ uno psicologo pronto all’uso???
    CIAO GRANDI!!!!

  5. il 11 Ott 2012 alle 11:51 5.gessica&alex Meldola said …

    Grazie Daniela per l’ottimo resoconto…
    Cercher in un futuro quanto prossimo possibile dalla mia di farvi un resoconto della Gita di Domenica Scorsa al Caseificio Santa Rita.

    Nel frattempo resto in spasmodica fibrillazione in attesa che avvenga la settimana di black-out di blog e mailing list… questo potrebbe sconvolgere la vita di diversi….fra i fornitori prescelti c’ uno psicologo pronto all’uso???
    CIAO GRANDI!!!!
    Alex

  6. il 11 Ott 2012 alle 11:51 6.gessica&alex Meldola said …

    Tu is meil che uan!!

  7. il 11 Ott 2012 alle 21:32 7.Romeo G. Meldola said …

    Grazie Daniela,
    veramente d’effetto il resoconto!
    Io purtroppo sto passando uan brutta fase e ci starebbe tutta una bella gita a Lourdes comunque: resistere, resistere, resistere!!!

    Grazie per il bel passaggio di Carlo!!!

    Grazie a tutti di mantenervi ingasati e … il giro di presentazioni ci vuole proprio 🙂

    Saluti radiosi

Trackback This Post | Subscribe to the comments through RSS Feed

Lascia un commento

Per inserire commenti clicca qui.