Posts or Comments 19 November 2017

Ordini Romeo G. Meldola | 29 Mar 2008 03:06 pm

Eco Baby, possiamo dire la nostra

Salve a tutti,

un’amica gasista del GAS GAS (Lara) mi ha portato a conoscenza di un progetto che lei stessa, assieme ad Anima Mundi, sta portando avanti per cercare di racchiudere in un unico testo/brochure un pò tutti i prodotti che potrebbero servire per i bambini dalla loro nascita fino a circa tre anni.

In pratica chi è passato da questa esperienza (avere dei figli da tirare su…) dovrebbe cercare di illustrare quali prodotti ha acquistato e dove li ha acquistati in modo da permettere poi a Lara di poterli valutare ed inserire in questa opera che vedrà la luce anch’essa a breve; vanno bene anche prodotti che non sono stati trovati come si voleva in modo che poi, nell’ambito del progetto, si possano fare ricerche del caso per fornire un prodotto quanto più “finito” e completo possibile.

In cambio ci ha garantito delle copie del lavoro completato proprio per aiutare i neo-genitori o i neo-gasisti che ne avranno bisogno.

Non nascondo un certo interesse personale dal momento che fra circa 6 mesi, se tutto va nel migliore dei modi, anche io personalmente ne potrò trarre giovamento (il/la terzo membro/a della famiglia è ora nel pancino della mamma :-). Proprio per questo motivo anticipo che fra un po mi vedrò costretto a passare la mia referenza del pane in favore di nuove referenze specifiche per bambini …

Quindi per concludere direi:

  • Chi acquista o ha acquistato prodotti bio in negozio o in rete li segnali nei commenti così come chi non li ha trovati bio oppure ha dovuto fare altre scelte per il loro elevato prezzo;
  • Alla fine sarà disponibile una sorta di guida tipo “pagine gialle baby” che metterà in rete i produttori, con precedenza a quelli locali/regionali.

Ricordiamoci che collaborare ad un progetto del genere significa aiutare i nuovi genitori a fare scelte più consapevoli abbreviandogli di parecchio le analisi per degli acquisti consapevoli e permettendogli di dedicare maggiori energie a quello che è il loro bene primario: i loro figli che crescono!!!

Saluti radiosi e grazie in anticipo a tutti quelli che decideranno di dedicare un po del loro tempo al progetto!!!

18 commento a “Eco Baby, possiamo dire la nostra”

  1. il 29 Mar 2008 alle 19:59 1.DanielaR said …

    Grande Romeo, all’ultimo incontro degli Ingasati avevo proprio chiesto qualcosa del genere nel giro di presentazione.
    Per ora sono solo zia di una cucciola di 11 mesi ma prima o poi sar anche mamma (spero) e questo genere di notizie mi farebbe davvero felice!!!
    Non potendo per ora collaborare, mi unisco nel ringraziare chi lo far.
    Ciao Daniela

  2. il 30 Mar 2008 alle 16:22 2.Lara said …

    Come ho gi scritto in mailing list Vi sono grata fin da ora per qualsiasi informazione vogliate condividere con chi si appresta all’espeienza di BIO-pap e BIO-mamma!!! Un grazie profondo a Romeo che interpreta e sa coinvolgere …
    Lara (l’amica gasista del Gas gas)

  3. il 31 Mar 2008 alle 17:47 3.elena cuculo said …

    Quest’iniziativa m’interessa moltissimo!!bravo romeo e brava lara. Ho conosciuto anch’io una ragazza che usava la tecnica di valentina e lasciava la bambina senza pannolino e funzionava.. tranne incidenti se la mamma si distraeva troppo!!!

    per il discorso vaccinazioni io e marcello pensavamo di organizzare un incontro pubblico con quelli del comilva (www.comilva.org)e un medico pro vaccini cos da farsi un’idea per tempo. se il discorso interessa anche a qualcun altro possiamo organizzare l’ evento insieme.

    Per quanto riguarda i pannolini di stoffa ho molti amici che li usano e anche noi ci staimo organizzando verso questa scelta. appena parlo meglio con questi amici romeo tui faccio sapere.

    Altra cosa interessanti per coppie in attesa il discorso del parto in casa. Siamo andati ad informarci a bologna, ci piacerebbe organizzare anche un incontro con lopro per far conoscere questa cosa anche qua e magari mettersi insieme in un po di mamme in attesa cos da risparmiare su eventuali corsi preparto…SE C’ QUALCUNO IN ATTESA batta un colpo.

    Comunque avevo pensato di proporre alla prossima riunione la creazione di un angolo genitori nel Blog: per scambiare consigli indicazioni ricette ma anche oggetti e vestitini. Che dite?

  4. il 31 Mar 2008 alle 19:45 4.Romeo said …

    Sulle vaccinazioni fate attenzione, dopo che avrete sentito il comilva o visto qualche danneggiato da vaccino in sedia a rotelle finite che fate la nostra scelta 🙂
    Si pu serenamente pensare di prendere in favore dei vaccini la dott.ssa Cortesi che li fa qu a Meldola e con cui ho avuto diversi scambi di opinione e che alla fine ha per rispettato la nostra scelta.

    Sul parto in casa onestamente mi piacerebbe un treno e se si organizza un incontro non attendiamo troppo (Barbara ha solo 5 mesi circa…) … purtroppo i ginecologi non lo consigliano, ho avuto una bella discussione con la ginecologa di mia moglie alla quale avevo prospettato questa soluzione ma lei di tutta partita ha demolito il poco interesse che avevo creato in mia moglie per la cosa e adesso sar dura farla anche solo partecipare a questi incontri … io comunque sono a disposizione per il mio poco capire.

    Nell’angolo genitori ci vengo molto volentieri anche io … ma ci deve essere un animatore/moderatore/propositore che si offra di seguirlo … io ormai sono saturo … ma magari trovando un referente per il pane … 🙂

    Ho un’amica (Laura Cantoni) della lega per l’allattamento al seno (il termine in francese non so scriverlo..) che organizza corsi al proposito ed aiuta anche a domicilio le neo-mamme in difficolt … una grande!!!!
    Per il massaggio al neonato ne organizzano in continuazione Fabio Canini ed altri del centro per le famiglie … confermo che un’esperienza unica sia per i bambini che, soprattutto, per i genitori … e … compresa nelle tasse che ognuno di noi paga … Se qualcuno interessato chieda di essere iscritto alla loro mailing list all’indirizzo c.famiglie@inwind.it oppure veda i loro siti http://www.centriperlefamiglie.it
    http://www.informafamiglie.it

    Per le coliche e per i disturbi vari l’omeopatia ed anche i fiori di Bach con Leonardo e Lorenzo hanno fatto miracoli e continuano tuttora….; ho iniziato una fase di autoproduzione di rimedi omeopatici che mi da anche un certo gusto, magari ne parleremo un giorno. E poi non dimentichiamo la nostra dottoressa Rogai che un punto di riferimento assoluto in zona proprio su questo argomento.

    Mi interessa parecchio il metodo proposto dall’amica di Valentina … magari prover ad approfondirlo con calma.

    Grazie, cominciano ad esserci dei begli spunti …

    Saluti radiosi

  5. il 01 Apr 2008 alle 07:03 5.Romeo said …

    Premetto che ho un p ritoccato il commento di cui sopra per non incorrere in eventuali problemi, mi ero slanciato forse troppo 🙂

    Adesso suggerisco i lavaggi nasali che a Lorenzo avevo iniziato a fare a circa 1 anno per un problema di sovrabbondate catarro nei seni nasali. Si chiama “Lavonase” ed praticamente una sorta di doccia nasale casalinga che, per lui, associata a un cambio di latte risolse un lungo periodo di perenne naso chiuso … Spero non ne avrete mai bisogno.
    Non so se si trova in rete ma in farmacia si …

    Saluti radiosi

  6. il 01 Apr 2008 alle 08:38 6.Valentina said …

    Ess, se parlate con qualche mamma del Comilva o ancora meglio Avv. Luca Ventaloro farete fatica a fare le vaccinazioni a cuor leggero…alla fine noi abbiamo fatto solo l’antitetanica ma con le lacrime agli occhi…
    E’ chiaro che vedere dei bimbi danneggiati da vaccino tremendo ma pensiamo anche a tutte quelle debilitazioni del sistema immunitario che fanno fare 10 otiti all’anno, o placche per tutto l’inverno…
    Lucilla ha fatto il primo antibiotico a tre anni per la scarlattina e un’altro quest’anno per l’otite. Magari siamo fortunati, si ammala anche lei come gli altri bimbi, ma reagisce subito e bene e raramente ha avuto complicazioni.
    E’ curata sempre con rimedi omeopatici o fitoterapici, a Faenza abbiamo 2 farmaciste molto preparate che sono anche mamme e che capiscono al volo le tue necessit!!
    Io sono molto soddisfatta della nostra scelta e la rifarei tranquillamente.

    E’ giusto per sentire tutte e due le campane spero che troviate dei medici preparati e sensati non come quella pediatra con cui abbiamo parlato noi..

    Concordo che l’omeopatia e sopratutto fiori di Bach fanno miracoli con i piccoli, Lucilla quando sono tornata al lavoro si buttava gi dal lettino e i fiori l’hanno aiutata molto.
    Purtroppo per noi non abbiamo ancora trovato un’omeopata pediatrico che faccia al caso nostro, tutti prescrivono una marea di prodotti e “puzzano” un po’ di commerciale!!!

    Il parto in casa il mio sogno, conosco una ragazza che di mestiere fa l’ostetrica che lo ha fatto, se volete la rintraccio.

    Buona giornata

  7. il 01 Apr 2008 alle 09:12 7.Pietro said …

    Ciao a tutti la scuola di omeopatia che ho seguito a Firenze si occupa soprattutto di pediatria umana, noi veterinari collaboriamo molto con i pediatri perch il bimbo piccolo non parla (come gli animali) e quindi per l’anamnesi ci si basa sull’osservazione e su quello che ci racconta il genitore o il proprietario nel nostro caso.
    Sul tema vaccini c’ un incontro il 31 maggio
    http://www.lycopodium.it

    credo sia importante cominciare a formare i genitori su cosa osservare ed annotare sui propri figli, cominciando dalla gravidanza.
    Volendo si possono organizzare degli incontri o comunque chiedere se qualcuno viene a farli.
    Qui mi fermo perch il regno che mi compete quello a quattro zampe o con le penne
    abbracci
    Pietro

  8. il 01 Apr 2008 alle 14:54 8.antonella r. said …

    ciao a tutti, anche noi (Antonella e Luciano, genitori di Rocco, 6 anni a giugno) possiamo condividere tante cose sulla cura di nostro figlio, dalla gravidanza in poi ( e per quel che mi riguarda, anche una esperienza ventennale di medico omeopata). Abbiamo usato per es i POPOLINI, pannolini lavabili, che ci sono stati utilissimi fino a quando la quantit di pip ha travalicato la possibilit di “tenuta” degli stessi, e a malincuore abbiamo optato per la notte per i MOLTEX, per quanto possibile ecologici. Certo la quantit di pannolini che un bimbo consuma nei primi 3 anni di media di vita allucinante e ha un impatto tremendo sull’ambiente: provato che non si degradano!.. noi non siamo riusciti ad adottare tecniche come quelle descritte prima.Devo dire anche che va comunque messo in conto che lavare (acqua, detersivo, elettricit, tempo) minimo 6-8 pannolini al giorno abbastanza impegnativo ( specie dalla cacca, sic), e bisogna essere sicuri di non lasciare residui che poi staranno a contatto col sederino al riutilizzo del pannolino!.Noi gi usavamo detersivi bio, e comunque qualche volta irritazioni le abbiamo notate, se poi era quello da vedere. Prodotti per la pelle abbiamo sempre usato i prodotti della Weleda, che sono eccellenti. Farmaci allopatici al momento non ne abbiamo praticamente mai usati, ma al di l dell’utilizzo dei rimedi om, anche un discorso complessivo, che riguarda in primis l’alimentazione, lo svezzamento che si pu fare in modo molto pi soft, graduale, rispetto a quello comunemente proposto, introducendo la carne solo molto pu avanti, l’ideale sarebbe addirittura dopo l’eruzione dei canini! ( il segnale che l’intestino in grado di processare le proteine animali), la preferenza ai latti diversi ( capra, vegetali, specie riso).. e poi anche le cura fisiche nella febbre e dolori, senza il famoso paracetamolo, ( come si fanno le spugnature, i senapismi, gli impacchi ecc.).. c’ veramente un mondo di cose..La questione vaccini, bisogna usare la gravidanza per farsi una conoscenza a questo riguardo, e arrivare ad una scelta propria, qualunque essa sia, non del pediatra.

  9. il 01 Apr 2008 alle 18:18 9.rosanna amadio said …

    ciao a tutti,ho letto con gran interesse i commenti su questo argomento, in particolare a chi interessa il parto in casa, posso dare l’indirizzo delle “Nove lune”, che un centro che segue con una visione naturale la madre in gravidanza, la nascita, possibilmente in casa, e il primo anno di vita del bambino.
    Vi garantisco che tutte le mamme che ho conosciuto che hanno partorito in casa, hanno un bellissimo ricordo di quei momenti.
    Nella zona di Rimini e RIccione c’ molta pi apertura nei confronti del parto a casa e non cos difficile incontrare mamme che fanno questa scelta.
    Le ostetriche del centro penso siano disposte a fare parti a casa anche nella nostra zona.
    Se c’ interesse vedo di organizzzare un incontro con loro

  10. il 01 Apr 2008 alle 22:51 10.Romeo Giunchi said …

    Miseria che interventi autorevoli!!!

    Rosanna, penso che l’idea di incontrare delle ostetriche a domicilio sia una gran cosa anche se dubito che si possa pensare che vengano su da Riccione e che le mamme abbiano la pazienza di attenderle … soprattutto se non alla prima gravidanza … per mia moglie, ad esempio, alla seconda gravidanza dalle doglie al parto sono passati poco meno di un’ora.
    Per il fatto di parlarne sarebbe una gran cosa; io chieder se da noi ci sono ostetriche a domicilio … ma la differenza la far chi convince mia moglie che dopo la sceccherata della sua ginecologa non ne vuole proprio sapere 🙂

    Antonella, penso che hai trovato sicuramente un laboratorio per i prox incontri … “spugnature e impacchi” oltre a qualche altro … paziente 🙂

    Pietro: molto interessante l’idea di un Corso di Omeopatia per Pazienti, per approfondire significati e modalit di cura…. magari si trova qualcuno che ce lo fa anche a noi umani 🙂

    Saluti radiosi

  11. il 02 Apr 2008 alle 08:53 11.rosanna amadio said …

    un paio di mie pazienti di Forl hanno partorito con loro, ma c’ tutto un iter che io non conosco in maniera approfondita, so che l’ostetrica che decide se sei idonea per partorire a casa e che negli ultimi giorni va spesso a visitarle, altrimente sono disposte anche ad accompagnarti a partorire in ospedale, ma li possono solo consigliarti cosa fare perch non hanno autorit all’interno di una struttura; c’ inoltre la possibilit di avere un rimborso se si partorisce in casa.
    Penso che l’ostetrica Biagiottti, che di Forl, faccia questo tipo di lavoro a domicilio.
    Sarebbe comunque meglio avere anche il ginecologo che supporta tutto ci.
    Se interessa vedo di trovare alcuni nominativi, di certo la dott. Currado che lavora a Cesena

  12. il 02 Apr 2008 alle 08:57 12.rosanna amadio said …

    Ah…dimenticavo di dire che una mia cara amica la segretaria del comilva, per cui se volessimo farci aiutare per fare qualche incontro non penso ci siano problemi, sono sempre molto disponobili a dare informazioni.
    Forse si riuscirebbe ad organizzare una conferenza anche a Forl.

  13. il 02 Apr 2008 alle 16:48 13.elena cuculo said …

    Io sono andata alla cooperativa il nido di bologna, che tutti i primi luned del mese alle 18,00 fanno un incontro con le ostetriche che fanno il parto in casa. Le ostetriche che si occuano delle mamme di questa zono sono una di rimini che non so come si chiama e l’altra di imola che si chiama monica padovani e che lo fa da vent’anni (all’ospedale di faenza mi hanno addirittura detto che las conoscono bene e che in caso di accompagnamento in ospedale lasciani gestire il parto a lei anche se in realt non si potrebbe. La regione rimborsa minimo 840 euro ma sembra che la usl di forl arrivi anche a 1200..il costo stimato intorno ai 2000 euro. Noi non abbiamo ancora scelto definitivamente ma parlare con loro ti aiuta moltissimo a capire. del gruppo delle nove lune non ho mai sentito parlare. Per quanto riguarda il discorso vaccini io ci sto ad organizzare un incontro, sarebbe bello anche chiedere lo spazio al centro per le famiglie cos magari verrebbero anche genitori solitamente non sensibili a questi argomenti.

  14. il 02 Apr 2008 alle 16:48 14.elena cuculo said …

    scuate l’italiano sono un po di corsa

  15. il 02 Apr 2008 alle 21:39 15.Romeo Giunchi said …

    Anche io ci sto ad organizzare un incontro sul discorso vaccinazioni … Se ne parla alla riunione del 11 aprile.

    Saluti radiosi

  16. il 03 Apr 2008 alle 21:26 16.antonella r. said …

    Anche io ci sono per l’incontro sulle vaccinazioni!.. e per il discorso parto a casa e lega del latte segnalo anche la Dott. Silvia Furani- di cesena e visita anche a Forl-
    ( in particolare per la lega del latte direttamente impegnata a livello organizzativo), che posso contattare.

  17. il 08 Gen 2014 alle 11:02 17.Romeo G. Meldola said …

    Pensa quanto ero avanti e che discussione avevamo affrontato … per me varrebbe la pena organizzare uin incontro sulle vaccinazioni … ora che ho tutti e tre i figli praticamente senza vaccini non sarebbe male ragionarci un pò.

    Ora facendo parte del gruppo eventi sarei anche facilitato a farlo … se avate ancora i contatti opportuni 🙂

    Saluti radiosi

  18. il 08 Gen 2014 alle 11:03 18.Romeo G. Meldola said …

    A patte gli scherzi se Rox e Antonella o Pietro hanno buoni collegamenti potremmo fare intervenire il COMILVA …

    Saluti radiosi

Trackback This Post | Subscribe to the comments through RSS Feed

Lascia un commento

Per inserire commenti clicca qui.