Posts or Comments 14 December 2018

Ordini Romeo G. Meldola | 05 Apr 2007 04:31 pm

Una bellissima idea

Condivido con voi uno stimolo che mi è parecchio piaciuto e che proviene da Patrizia Gentilini (grazie a Bluebossa per avermelo inviato). Patrizia Gentilini è una geniale Dottoressa oncologa che ha anche parlato al recente spettacolo di Grillo e che fa parte dell’Associazione Medici per l’Ambiente.

Magari ci potremmo lavorare un pò sopra nelle riunioni e vedere cosa ne salta fuori.

Saluti radiosi
Carissimi,
parlando fra amici in preparazione al convegno del 26 a Napoli era nata una idea ” operativa” che vi voglio esporre:
Perchè ogni organizzazione di volontariato, impegnata sul fronte ” rifiuti” e presente a livello nazionale e/o locale, non si fa carico di curare la filiera del recupero di un particolare prodotto?
Faccio l’ esempio:
1) il WWF so che si adopera per recuperare i tappi di sughero ( un ottimo materiale di isolamento),
2) una Associazione che si chiama Sorrisi dal Mondo a Forlì è riuscita ad ottenere un container per la raccolta dei tappi di plastica ( latte , bibite, detersivi ecc) , questi tappi sono fatti di PET e sono preziosissimi: conosco di persona l’ industriale toscano che li recupera e che da una quota per ogni ton di tappi per progetti ( Brasile, India ecc),
3) Italia Nostra credo raccolga lattine ed alluminio ecc..
4) Le industrie di compostaggio pare che da noi lavorino al 50% delle loro potenzialità…. Nel “famigerato” programma di GAIA avete visto la signora peruviana che faceva fare il compost, riducendo fertilizzanti chimici e veleni vari, perchè non fare altrettanto?
Capisco che è una impresa, che ci sono vincoli, che ci vorrebbero competenze ed ” agganci” col mondo imprenditoriale, ma possibile che con la fantasia – che come italiani dovremmo avere – non siamo capaci di costituirci in imprese di riciclo, recupero ecc….
Ci pensate quanto sarebbe bello portare via da sotto il naso la ” monnezza” che lor signori vogliono bruciare avvelenando noi e loro stessi…
Prima che l’ Italia diventi una fornace in cui si brucierà di tutto e di più, prima che importiamo olio di palma ( traffico, inquinamento chi li mette in conto?), prima che smantelliamo l’ agricoltura per coltivare canna da bruciare ( dimenticandoci che il primo combustibile di cui abbiamo bisogno è il cibo…) ….prima che sia troppo tardi…lasciate che speri che possiamo ancora avere un guizzo di genialità.!
Siamo per Pasqua….e mi vien da dire:” perdonali perchè non sanno quello che fanno”
Anche coloro che pensano di essere furbi e di essere i padroni del mondo, ma dove credono di andare?
Poveri illusi …. anche loro creperanno come tutti ed avere contribuito ad avvelenare il mondo di certo non aiuterà i loro figli a vivere decentemente…
Prima che la specie umana sia in grado di respirare soldi, mangiare soldi, bere soldi passerà ancora un bel pò di tempo!
Un abbraccio ed un augurio sincero di Buona Pasqua
Patrizia Gentilini

2 commento a “Una bellissima idea”

  1. il 05 Apr 2007 alle 17:00 1.Gilberto da Meldola said …

    La mia figlia maggiore entusiasta delle arance (pure il papa’). Ottima la prima esperienza, avanti con la seconda.
    Gilberto

  2. il 11 Apr 2007 alle 10:18 2.Lara said …

    Se ci sta (come tempistiche)perch NON parlarne… mi sembra una cosa interessante anche perch dopo aver fatto raccolta differenziata bisogna trovare anche il modo di impiegarla e NON semmpre Hera cos diligente!!!

Trackback This Post | Subscribe to the comments through RSS Feed

Lascia un commento

Per inserire commenti clicca qui.