Posts or Comments 26 July 2017

Eventi &Incontri &Riflessioni &Riunioni ClaudiaMatteo Ca'Ossi | 19 Dic 2013 12:49 am

Cos’è la moneta complementare scec?

VENERDI 10 GENNAIO 2014

alla Fabbrica delle Candele

Piazzetta Corbizzi 9

La crisi “morde” e crea nuovi “poveri” ad un ritmo serrato e sconvolgente. Le famiglie riducono conseguentemente le loro “esposizioni” sul mercato cercando di limitare gli acquisti ed indirizzandoli, di fatto, in base al costo finale del prodotto. Le aziende ed i commercianti cercano di ridurre il margine per cercare di mantenere la loro quota di mercato.
Non tutto è negativo in questo perché permette di ritornare all’essenzialità delle cose, permette di ricreare i giusti collegamenti fra vicini, Istituzioni, negozi, amici, sinergie fra aziende e commercianti che producono e/o vendono le stesse cose, ma tutto il meccanismo si sta “avvitando” perché la cintura “continua a stringersi” quindi è bene percorrere nuove vie che permettano oltreché una nuova solidarietà anche nuove possibilità di riuscire a mettere al centro di tutto NON solo il prezzo finale ma anche la qualità e bontà di cosa si va ad acquistare per sopperire ad una necessità per noi primaria ripartendo proprio da NOI.
Gli inGASati sono un Gruppo di Acquisto Solidale che opera nel territorio del Comune di Forlì ed in alcuni comuni limitrofi da oltre 6 anni proprio per avvicinare tutti con la S di Solidale scegliendo e attuando acquisti “critici” che non tengano conto solo ed unicamente dell’aspetto del costo finale di un prodotto o di un servizio andando anche a capire gli impatti sociali ambientali, umani e culturali dello stesso. Proprio gli inGASati con altri amici di percorso vogliono analizzare insieme alla cittadinanza altre possibilità di coinvolgere in una “rete” molto più estesa tante altre persone che vogliano scegliere di indirizzare al meglio i loro acquisti nel progetto di Arcipelago ŠCEC per ripartire da Noi.
Ripartire da NOI per restituirci quel valore che l’uso del denaro ci ha tolto: non il denaro in sé, che è solo un oggetto, uno strumento neutro, nato per veicolare al meglio quanto sappiamo fare e dare (merci, servizi, beni), bensì l’uso che ne è sempre stato fatto, distorto e fuorviante. Se il denaro diviene altro, assumendo un valore, ed un conseguente potere, ciò che può e deve essere fatto da noi è sottrargli questo fasullo valore, ed illusorio potere, e restituirlo a quanto è invece degno di avere un reale valore: l’essere umano e la sua Comunità, responsabile, democratica e aggregante.
Per fare ciò Arcipelago ha creato gli ŠCEC, i Buoni Locali che altro non sono che il simbolo concreto e legale di un patto, stretto fra persone comuni, imprese commerciali, artigiane ed agricole, fra professionisti ed Enti Locali, al fine di promuovere localmente lo scambio di beni e servizi accettando una riduzione percentuale del prezzo in favore di una certa percentuale che comunque rimarrà non come sconto a perdere ma con questi buoni, definiti appunto ŠCEC, che si potranno ri-utilizzare presso gli esercizi convenzionati “spendendoli” così per nuovi acquisti.
Essendo su base volontaria e fiduciaria lo Scec ha valore legale come sconto incondizionato, quindi è esente da carico fiscale, Gli ŠCEC sono la rappresentazione dell’atto di fiducia che gli associati si attribuiscono reciprocamente; ovviamente si usano solo insieme agli Euro; rappresentando una diminuzione della spesa, aumentano di fatto il potere di acquisto delle famiglie che partecipano al circuito di Arcipelago, ma soprattutto agganciano gli euro al territorio arginando l’emorragia di ricchezza e innescando circuiti economicamente e socialmente virtuosi.
Possiamo allora definire gli ŠCEC come una “contabilità” della reciproca fiducia: metro di misura di una solidarietà fattiva, economicamente circolare e quindi per tutti conveniente.
E’ giunto il momento che anche a Forlì e nel circondario si valuti insieme ed al meglio se si riescono a creare le condizioni per la diffusione di questo circuito, farlo però dipende solo da tutti noi e dal nostro impegno nel trovare sia possibili esercizi commerciali/professionisti/artigiani/persone che vogliano entrare a far parte di questo circuito.
Partiamo quindi venerdì 10 Gennaio 2014 alla Fabbrica delle Candele di Forlì in p.tta Corbizzi 9 / angolo V.le Salinatore alle ore 21:00 cercando di approfondire bene come funziona il circuito laddove si è già diffuso e risolvendo ogni possibile dubbio direttamente con i rappresentanti di Arcipelago ŠCEC.

 

Diffondete l’evento su Facebook!

4 commento a “Cos’è la moneta complementare scec?”

  1. il 21 Dic 2013 alle 10:13 1.andrealice Gasrage said …

    SAREMO NELLA SALETTA ARANCIONE DELLA FABBRICA DELLE CANDELE!

  2. il 06 Gen 2014 alle 07:16 2.Romeo G. Meldola said …

    Daniela di Zenzero candito (bisoctteria Naturale, c’è 🙂
    Saluti radiosi

  3. il 06 Gen 2014 alle 10:41 3.Cri Gasrage said …

    ciao!! io ci sono non so ancora se accompagnata dalla mia dolce metà o meno 🙂
    sono la referente della carta igienica e la Byness ovviamente non viene per questioni logistiche (è di Pistoia).
    Pensavo di mandargli un resoconto DOPO che avevamo fatto la riunione, non so se è previsto un articolo, o una cosa del genere che potevamo scrivere (un pò come il comunicato stampa) e mandare a tutti i fornitori che non sono potuti venire….

  4. il 07 Gen 2014 alle 06:46 4.Romeo G. Meldola said …

    Giampiero di Tea grazie ad Anrea ha risposto:
    Ciao Andrea. Conosco Arcopelago Scec e con la REES Marche stiamo approfondendo l’argomento ed esiste un tavolo che si occupa di moneta complementare… Purtroppo io non potró esserci, dato che sto’ partendo x il Marocco dove sono stato invitato al primo incontro tra Cooperative Femminili di produzione dell’olio di Argan. Questo per favorire la formazione di una rete di produttori in loco… Questo nei giorni 9-10-11 gennaio. Mi aspetto che tu possa portare o miei saluti agli Ingasati! Saró con voi, anche se da lontano….

    Buona vita!

    Piero/ Tea

    Saluti radiosi

Subscribe to the comments through RSS Feed

Lascia un commento

Per inserire commenti clicca qui.