Posts or Comments 29 May 2017

Archive for "Utilità"



Riflessioni &Utilità Acquacheta Gasrage | 08 Mag 2017

L’energia dell’Acqua

 

Nell’ambito del Ciclo dell’Acqua, in cui come G.A.S. stiamo cercando di informarci e studiare  tecniche e sistemi in commercio per “migliorare” l’acqua che spilliamo dai nostri rubinetti ( e non solo), avevo trovato alcuni articoli divulgativi interessanti sull’ultimo numero di  “Vivi Consapevole”, rivista del Gruppo Macro.

Continue Reading »

Riflessioni &Utilità Romeo G. Meldola | 17 Apr 2017

Il diavolo fa le pentole e … anche i coperchi.

Ci avevamo già provato con le pentole in pietra ollare  ma vale la pena riprovarci e stavolta Irene ci si è messa in prima persona … ecco sotto il suo appello.

Cari amici ingasati, vorrei proporvi una novità.
Leggendo la rivista Terra Nuova ha attirato il mio interesse un sondaggio sui materiali delle pentole da cucina.
In questo articolo ne sono venute fuori alla grande queste pentole agli ioni d’argento, che sembra diano la garanzia di buona antiaderenza in cottura, senza rilascio di residui metallici. Alla fine dell’articolo (naturalmente 🙂 ) era pubblicizzata la ditta GHA, che per curiosità ho contattato e loro molto gentilmente mi hanno inviato una proposta di acquisto per il ns gruppo di acquisto.
Volevo aprire un sondaggio per capire sé può interessare l’articolo e se qualche “cacaspilli” ne sa qualcosa in più.
Inoltre quando mi hanno inviato la documentazione mi sono accorta che pubblicizzano anche una macchina ionizzatrice per produrre l’acqua alcalina e anche questo potrebbe interessarci.
Avanti leggete, commentate e poi ne parleremo anche in plenaria.
Irene

Ecco le informazioni inviateci:

Continue Reading »

Incontri &Utilità andrealice Gasrage | 28 Dic 2016

Per coloro cui interessa cambiare l’economia cambiando se stessi

“L’abolizione della religione resterà un’illusione finché gli uomini non metteranno fine all’economia di sfruttamento che fa di ogni essere un valore commerciale”.

Così scrive Raoul Vaneigem nel suo libro Disumanità della religione (2016, Massari editore).

Economia e religione -lui dice- sostanzialmente si equivalgono: così l’una come l’altra costringono l’uomo a dipendere da poteri che negano la sua stessa vita, laddove questa è invece “capacità di creare il mondo ricreando se stessi” (ancora Vaneigem).

Questi poteri, che l’uomo stesso si impone come continua condanna, non vedranno altra sconfitta che l’abolizione di ogni dipendenza, altro sconvolgimento che la libertà che viene dalla gratuità.

Là dove lo spirito schiaccia la carne, e il denaro la vita, l’unica arma a nostra disposizione è il desiderio di tornare a essere noi stessi, esseri umani e non più disumanizzati.

Il libro, nel caso vi sentiste coinvolti, lo trovate sul sito di Macrolibrarsi oppure alla Botteghina del Libro.

Traduttore e curatore del libro è tale Andrea Babini.

Comunicazioni di servizio &Eventi &Incontri &Riflessioni &Utilità andrealice Gasrage | 24 Nov 2015

“RWANDA” UN FILM PER FARE LA DIFFERENZA

rwandaVisto che cominciamo proprio ad essere in aria natalizia, generic ma soprattutto visto che sappiamo che le cose si cambiano poco alla volta, help cominciando dal basso, da vicino, dal piccolo…beh, ho pensato fosse giusto spendere due parole per la campagna di crownfounding che gli amici, nonchè gasisti, Mara Moschini e Marco Cortesi stanno facendo per la realizzazione di un DVD dal loro ultimo splendido spettacolo: Rwanda – Dio è qui. ECCO IL VIDEO in cui lanciano la campagna di raccolta fondi.

Inoltre, per chi ne volesse sapere di più sul loro lavoro di questi anni, sulle produzioni teatrali questo è il sito. Sono giovani, sono bravi, sono ancora capaci di entusiasmarci e soprattutto entusiasmarsi…contribuiamo anche noi??

Comunicazioni di servizio &Utilità andrealice Gasrage | 28 Apr 2015

TERREMOTO NEPAL: APEIRON CHIEDE AIUTO

Ciao Ingasati, discount
Barbara, la sua famiglia, le donne diCASANepal e le famiglie di spaccapietre fortunatamente stanno bene, anche se sono tutti molto stanchi e provati dalla tragedia che ha e sta continuando a colpire il Nepal e la sua popolazione.
Apeiron con Barbara in prima linea, non ha alcuna intenzione di lasciarsi fermare da questa situazione drammatica, ma desidera intervenire con rinnovata energia per risollevare le sorti di questo meraviglioso paese.
Ora è il momento di rimboccarci ancor di più le maniche per aiutare quante più persone possibili a risollevarsi dalle macerie.

Barbara e la piccola Tara – Apeiron Onlus

Grazie alla presenza di Barbara in loco valuteremo strada facendo le principali necessità a cui destinare i fondi raccolti.
Se desiderate anche voi sostenere il popolo nepalese in questa drammatica circostanza, potete effettuare una donazione, specificando come causale ‘Emergenza Terremoto’ con un versamento:
sul conto corrente bancario: BANCA PROSSIMA – IBAN: IT66U0335901600100000103529
oppure sul conto corrente postale: numero c/c 17055500
oppure utilizzando il comodo sistema PayPal direttamente dalla home del nostro sito (www.apeiron-aid.org).
Aiutateci anche voi a donare una nuova speranza alla popolazione del piccolo stato himalayano.
Poco da parte di tutti, diventa molto per molti.
Il Consiglio Direttivo di Apeiron Onlus

Ordini &Utilità andrealice Gasrage | 10 Gen 2015

AROMATICHE E ALTRECONOMIA

per gentile intercessione della (mia) Presidentessa, pubblico questo post per raccontarvi una storia e per farvi una proposta (e chiedo scusa a chi conosce già sia l’una che l’altra per averci messo tanto, ma si sa, ho i miei tempi…).

Continue Reading »

Olio &Riflessioni &Utilità Romeo G. Meldola | 26 Nov 2014

Olio di Oliva e cancro al colon …

Che dire se non che noi abbiamo il miglior olio di oliva del Mondo … finchè lo avremo … conserviamo le nostre produzioni locali e cerchiamo di puntare ad un olio “conosciuto” … grandi inGASati!

Svelati i meccanismi genetici con cui l’ olio di oliva previene il cancro al colon. È il risultato di uno studio condotto dall’Università Campus Bio-Medico di Roma e dall’Università degli Studi di Teramo, drugs in collaborazione con l’Università degli Studi di Camerino e con il Karolinska Institute di Stoccolma.

Che l’olio extravergine d’oliva fosse un alimento importante per ridurre l’incidenza di numerose neoplasie era stato suggerito, salve negli ultimi anni, ambulance da varie ricerche sperimentali.

Non erano però ancora chiari i meccanismi alla base di quest’azione ‘benefica’. Il nuovo studio, pubblicato su Journal of Nutritional Biochemistry, ha rivelato ora il meccanismo grazie al quale il cosiddetto ‘oro giallo’ riduce il rischio di sviluppare il cancro del colon: ha infatti dimostrato come l’olio extravergine di oliva sia in grado di aumentare l’espressione del gene oncosoppressore CNR1. Quest’ultimo, a sua volta, esprime un recettore molto importante per la salute dell’organismo, perché è in grado di regolare i meccanismi all’origine delle alterazioni dei geni sensibili ai fattori ambientali, come la dieta. I dati ottenuti dai ricercatori certificano, dunque, che adeguate quantità di olio extravergine d’oliva nell’alimentazione sono importanti per ridurre le alterazioni genetiche legate allo stile alimentare. Lo studio, sottolinea Mauro Maccarrone, docente di Biochimica presso l’Università Campus Bio-Medico di Roma, ”rafforza la fiducia nel fatto che una dieta appropriata possa aiutare a prevenire i tumori, ma anche altre patologie diffuse, come i disturbi neurologici, l’obesità e il diabete”. I risultati dimostrano inoltre che ”i cambiamenti epigenetici, ovvero quelli derivanti da fattori ambientali e, dunque, dall’alimentazione, sono potenzialmente reversibili”.

Il cancro al colon-retto è secondo posto dopo quello alla mammella, nella donna, e al terzo dopo quello di polmone e prostata, nell’uomo. Una neoplasia che in Italia, secondo le stime, colpisce circa 40mila donne e 70mila uomini ogni anno

 Fonte: lafucina.it

Saluti radiosi

Riflessioni &Utilità Romeo G. Meldola | 20 Nov 2014

Zucchero si, zucchero no …

Alcune interessanti osservazioni e suggerimenti del professor Franco Berrino in merito a zucchero e dolcificanti che già conoscevo ma che mi fa piacere condividere con voi:

Il modo migliore per dolcificare è la frutta. Per esempio si può fare un’ottima colazione dolce con il muesli fatto con i fiocchi d’avena, capsule con le nocciole con l’uvetta sultanina, treat con pezzettini di frutta secca. Se noi invece al mattino mangiamo i biscotti zuccherati nel latte zuccherato si alza moltissimo la glicemia e quando si alza la glicemia il pancreas risponde producendo molta insulina che fa abbassare la glicemia perché permette allo zucchero di entrare nelle cellule. Sapete, le nostre cellule vivono bruciando glucosio. Però quando la colazione è molto dolce il pancreas produce molta insulina e allora dopo un po’ si va in ipoglicemia che vuol dire che più dolce si mangia e più viene fame di zucchero, perché quando si va in ipoglicemia si ha fame di zucchero. Questa è la ragione per cui molti giovani alla fine della mattina sono nervosi, sono distratti, non riescono a concentrarsi perché non c’è abbastanza zucchero nel sangue e non c’è abbastanza zucchero perché abbiamo mangiato troppo zucchero. Il miele è anche meglio dello zucchero, ma è meglio non mangiarlo a colazione. Il miele è meglio mangiarlo a merenda, dopo che si è fatto un’intensa attività fisica. Se avete fatto una partita di pallone di quelle che vi troncano, che vi fanno male le gambe, vuol dire che avete consumato tutto lo zucchero che è normalmente depositato nei muscoli sotto forma di glicogeno. I muscoli hanno consumato tutto i loro zuccheri e allora anche se entra qualcosa come il miele che fa aumentare molto rapidamente la glicemia, questa glicemia non farà danno perché andrà a rimpiazzare quello che è stato consumato 

 Saluti radiosi

Eventi &Riflessioni &Utilità Romeo G. Meldola | 15 Nov 2014

Anche il produttore verrà a meno dall’etichetta … e con il TTIP che succederà? Incontro pubblico 19/11/2014 ore 20:30

Sinceramente io qui non riesco più a capacitarmi di tutte le piccole e apparentemente insignificanti cose che, come consumatore e contribuente, continuo a “perdere”.

L’ultima la apprendo or ora (in ritardo perchè mi era sfuggita in prima battuta…) da un articolo del quotidiano che leggo ed è in merito al fatto la “sede dello stabilimento di produzione” sparirà a breve (potenzialmente dal 14 dicembre p.v. …) dall’etichetta dei prodotti che acquistiamo.

Siamo sempre più consumatori senza diritti e senza conoscenze che devono scegliere unicamente in base al prezzo ed al brand … il TTIP forse ce ne toglierà ben altri diritti … meglio iniziare ad informarsi ed attivarsi … consiglio di partecipare all’incontro organizzato da ATTAC a Forlì Mercoledì prossimo 19 novembre 2014 alle 20:30 nella saletta della Banca di Forlì in via Bruni 2 con cui magari apprenderemo qualcosa di più sull’argomento … ci vediamo là?

Saluti radiosi

Notizia dell’ultimo minuto, l’incontro con Marco Bersani p saltato perchè Marco ha avuro problemi famigliari. Auguri Marco!

Eventi &Utilità Romeo G. Meldola | 01 Nov 2014

Corso di Agricoltura Biodinamica di primo livello a Cesena

agricbiodinamLa mitica Lauaua …. la nostra biodinamica spacciatrice di ottimo grano e farina gentilrosso, segnala un interessante corso che si terrà a Cesena prossimamente e che sarebbe un’ottima occasione per … capirne di più di agricoltura biodinamica!

Finalmente a novembre e dicembre si terrà a Lizzano presso l’azienda di un amico di Cesena un corso di biodinamica di primo livello aperto a tutti coloro che si vogliono avvicinare alla tematica.
E’ tenuto da Paolo Pistis  e di solito tali corsi vengono effettuati presso la sede della Fondazione “Le Madri” a Reggio Emilia.
In allegato c’è il programma, per saperne di più ed iscriversi occorre contattare l’agronomo che si occupa dell’organizzazione
Alberto Aldini cell.3485608090 mail  alberto.aldini chiocciola apofruit.it.
Grazie mille
Laura

Sinceramente chiedo a chi ci va di farsi sentire e farci un resoconto  anche dell’azienda agricola … produce una buona gamma di vini bio … micca male è?

Insomma … un corso dalla molteplice utilità 🙂

Saluti radiosi

 

Saluti radiosi

Pagina successiva »